Zombi\Zombi U recensione plus

Londra e infezione zombie

Titolo molto apprezzato dalla critica per essere un ottimo survival horror per la sfortunata WiiU, riproposto lo scorso anno anche su Xbox One, Playstation 4 e Pc.

Grazie al Playstation Plus, Zombi è entrato a far parte dei titoli disponibili gratuitiamente a chi possedesse il suddetto servizio. Vi lascio quindi alla nostra recensione “plus” per darvi un nostro personale giudizio sul gioco.

Siamo a Londra, una delle tante città colpite da un virus in grado di tramutare gli uomini in zombie tramite il modo più comune e scontato esistente: il morso. Il nostro sconosciuto protagonista sfugge ad un orda zombie grazie il pronto aiuto di un uomo nascosto dietro alle telecamere sparse per tutta Londra, che ci aiuterà a sopravvivere all’infezione.

Senza sendere in spoilers di sorta, diciamo solo che il nostro eroe sarà chiamato in causa per trovare un vaccino in grado di debbellare il virus (che originalità signori).

recensione Zombi

 

Analizzando il gameplay di Zombi ci troviamo di fronte ad un survival horror in prima persona davvero ben riuscito. Munizioni scarsissime faranno si che buona parte degli scontri saranno ad arma bianca, rendendo l’esperienza sempre sul filo del rasoio.

Ad aumentare maggiormente questo senso di precarietà basterà dirvi che se il vostro personaggio morirà, preso dalla morsa zombie, non ci sarà nessun checkponint dove aggrappare le vostre speranze; sarà bello che morto. Dovrete quindi iniziare con un nuovo personaggio, che avrà solo una mazza da cricket per difendersi, e continuare l’impresa lasciate incompiuta dal vostro precedente personaggio. Come se non bastasse, se voleste andare a riprendervi tutto l’equipaggiamento del vostro vecchio alter ego sarete chiamati ad ucciderlo, qualora fosse diventanto anche lui uno zombie.

Una scelta di gameplay davvero azzeccata che strizza l’occhio a meccaniche di tipo “souliano”, davvero apprezzabili in un survival horror.

recensione ZombiU

 

L’ambientazione è come detto precedentemente Londra, una delle città più belle d’Europa che riesce ad essere il settings perfetto anche per un infezione zombie. Gli sviluppatori sono riusciti nell’intento di rendere evocativa, e allo stesso tempo decadente la città. La cura al dettaglio riposta negli scenari di gioco immerge il giocatore come davvero pochi giochi sugli zombies sanno dare. Peccato solo per la componente tecnica che sente il peso nell’essere un porting di WiiU. Texture a bassa risoluzione con modelazzione poligonale davvero sottotono, smorzano la beltà visiva del titolo che riesce a rimanere su sufficienti standard grazie solo alla buona gestione delle fonti luminose, assolutamente non dinamiche, messe in in maniera azzeccata per rendere più “interessante” la componente visiva.

Altro problema è da riscontrarsi nelle performance, testate su Playstation 4, che soffrono di qualche incertezza di troppo in alcuni frangenti. Nulla di troppo fastidioso per una corretta fruizione del titolo, ma pare assurdo che un gioco così poco eccelso, visivamente parlando, possa avere delle difficoltà sul hardware Playstation.

In conclusione Zombi è un titolo imprescindibile per tutti gli amanti del survival a tema zombie. Il feedback dato dal gioco è appagante e divertente, peccato solo per una trama troppo banale e per una componente tecnica sottotono.

Voto 7,5\10

 

Valerio Aversente

Cultore videoludico fin dalla giovane età. Nato a pane e Final Fantasy mentre faceva due spari anche su DOOM. Reputo il videogame la nuova forma di arte interattiva, solo il tempo mi darà vera ragione al riguardo. Sculaccia Pinguini su commissione, previo pagamento anticipato.Tidus amerà per sempre la sua Yuna.