The Witcher 3 sfrutta quasi al massimo le consoles next-gen e fa tremare di paura il mondo PC

Il co-fondatore di CD Projekt RED Marcin Iwinski ha dichiarato, in un’intervista rilasciata a IGN, che il nuovo titolo dedicato allo strigo Geralt di Rivia sfrutterà le next-gen consoles quasi al massimo. A quanto pare non sarà un 100% effettivo di utilizzo delle risorse, ma “qualcosa di molto vicino”. I ragazzi del team ironizzano dicendo che i possessori pc possono iniziare a risparmiare per un upgrade dell’hardware, precisando che il loro lavoro non sarebbe stato realizzabile su PS3 e X360.

Dati i due anni e mezzo di tempo in cui CD Projekt ha lavorato al titolo sulle tre piattaforme, è lecito aspettarsi un risultato eccellente ma un po’ esoso al livello di hardware. È stato già confermato, però, che su pc il gioco sarà molto scalabile a livello di dettagli.

Senza entrare troppo nei dettagli, é stato dichiarato che su tutte le piattaforma verrá offerta “un’esperienza di gioco generale soddisfacente”.

Aspettiamo per poter giudicare, ma ricordiamo che loro sono lo stesso team che riuscì a portare The Witcher 2 su Xbox 360 mantenendo una qualità grafica impressionante, su una macchina che già allora era “vecchia” a livello hardware. Immaginate cosa possono creare con consoles 16 volte più potenti delle precedenti.

Alessandro Manoni

Messo davanti ad un' amiga 500 all'età di 6 anni e innamoratosi della sua prima Playstation, ha sviluppato una grande passione per i videogiochi, specialmente JRPG. Aspirante ingegnere e chitarrista in una Rock-Band, aspetta con ansia l'uscita del nuovo Final Fantasy dedicato a Lightning.