Tutti i vincitori degli Oscar 2017

E’ la grande notte del cinema e noi abbiamo visto la premiazione degli Oscar 2017 per essere i primi a darvi i risultati!

Rimanderemo ad’ore più consone il commento della serata, mentre adesso elencheremo tutti i vincitori:

  • Oscar al Miglior Film: Moonlight
  • Oscar al Miglior Regista: Damien Chazelle – La La Land
  • Oscar al Miglior Attore Protagonista:Casey Affleck – Manchester by the Sea
  • Oscar alla Miglior Attrice Protagonista:Emma Stone – La La Land
  • Oscar al Miglior Attore Non Protagonista: Mahershala Ali – Moonlight
  • Oscar Miglior Attrice Non Protagonista: Viola Davis – Barriere
  • Oscar alla Migliore Sceneggiatura Originale:Manchester by the Sea – Kenneth Lonergan
  • Oscar alla Migliore Sceneggiatura Non OriginaleMoonlight – Barry Jenkins, Tarell McCraney
  • Oscar alla Migliore Fotografia: Linus Sandgren – La La Land
  • Oscar alla Migliore Colonna SonoraLa La Land – Justin Hurwitz
  • Oscar Migliore Canzone Originale: “City of Stars” – La La Land
  • Oscar Miglior Film d’AnimazioneZootopia
  • Oscar al Miglior DocumentarioO.J.: Made in America
  • Oscar al Miglior Film StranieroThe Salesman – Iran
  • Oscar al Miglior MontaggioHacksaw Ridge – John Gilbert
  • Oscar ai Migliori Effetti SpecialiThe Jungle Book
  • Oscar ai Migliori CostumiFantastic Beasts and Where to Find Them – Colleen Atwood
  • Oscar al Makeup e Hairstyling: Suicide Squad – Alessandro Bertolazzi
  • Oscar alla Migliore Scenografia: La La Land – David Wasco, Sandy Reynolds-Wasco
  • Oscar al Miglior Montaggio Sonoro: Arrival
  • Oscar al Miglior Sonoro: Hacksaw Ridge
  • Oscar al Miglior Documentario (corto): The White Helmets
  • Oscar al Miglior Cortometraggio Animato: Piper
  • Oscar al Miglior Cortometraggio in Live-actionSing
Questi sono quindi tutti i vincitori degli Oscar 2017, buonanotte a tutti!

Chiara Toneguzzo

Studia Storia a Ca' Foscari, Venezia. Tra una guerra dei Cent'anni e un'epidemia di peste, si nasconde a guardare film, leggere fumetti e giocare da tavolo. Essenzialmente venera troppi fandom, ma chi sano di mente non lo farebbe?