Top 5 anime hentai del 2015

LA LETTURA E’ SCONSIGLIATA AI MINORI DI 18 ANNI

I 5 anime hentai migliori del 2015

C’è poco da fare: se si guardano anime, prima o poi ci s’imbatte in qualche hentai. Se siete qui, probabilmente sapete già di cosa stiamo parlando. Se invece fate parte di quel piccolo gruppo che non sa cosa siano e vi siete imbattuti in questo articolo per caso, allora permettetemi di darvi una piccola definizione del genere.

«Hentai (へんたい), indica un particolare genere pornografico giapponese, diviso principalmente tra hentai anime, hentai manga e videogiochi contenenti riferimenti sessuali (eroge) o espliciti (H game). In Giappone viene anche usata l’espressione seijin manga (成人漫画 “manga per adulti”) con lo stesso significato.»  [Dalla voce “Hentai” di Wikipedia]

Si tratta dunque di cartoni animati con riferimenti sessuali espliciti. Noi di Roba da Nerd ci siamo sacrificati, affrontando un’opera di selezione volta a classificare (a scapito delle nostre diottrie) i 5 migliori hentai del 2015! Tutto questo, solo per voi! Ci tengo a precisare che non ci siamo soffermati sulla trama, la caratterizzazione dei personaggi e quant’altro, bensì sulle animazioni e le scene di sesso. Eh già! Eviteremo, quindi, dettagli sulla storia e sui protagonisti, lasciandovi solo il titolo e qualche immagine. Starà a voi, poi, giudicare. Quindi iniziamo la nostra classifica dei 5 hentai del 2015 con le migliori scene di sesso esplicito!

5 – Namaiki Kissuisou E Youkoso

PinkPineapple

Senza titolo-1

4 – Shabura Rental: Ecchi na Oneesan to no Eroero Rental Obenkyou

PinkPineapple

Senza titolo-2

3 – Fukubiki! Triangle: Miharu After

Poro

Senza titolo-3

2 – Kanojo wa Dare to demo Sex Suru

Marigold

Senza titolo-4

1 – Victorian Maid Maria No Houshi

Toranohana

Senza titolo-5

Ricordate di seguirci sulla nostra pagina Facebook! Clicca qui per visitarla.

Claudio Montani

Studia Lingue e Civiltà Orientali alla Sapienza di Roma. Sommelier di meme che nel tempo libero pratica powerlifting e tenta di far aderire il suo equilibrio psicologico all'immagine di una placida campagna primaverile.