I ricordi di Mamette 3- La buona stella [Recensione]

La nostra recensione sul graphic novel edito dalla casa editrice Tunué: “I ricordi di Mamette 3- La buona stella”.

I ricordi di Mamette 3- La buona stella è l’ultimo volume della trilogia ideata dal fumettista francese Nob, autore anche di un’altra serie Dad, della quale parlai tempo fa analizzando il primo numero uscito sempre con Tunué (per leggere la recensione cliccate qui). In questo ultimo capitolo la nonnetta Mamette ricorda le vacanze di Natale del 1935, rimaste nel suo cuore poiché quell’anno ricevette forse il più bello dei regali, la visita del padre.

Un vero gioiello

Per questa volta faccio uno strappo alla regola e inizio col dirvi subito di andare in libreria o sullo store online della casa editrice Tunué e acquistare questo incredibile fumetto di rara bellezza che non può e non deve assolutamente mancare nella vostra collezione.

Perché mi direte? Basta sfogliarlo…ogni tavola è un gioiello di narrazione visiva, dove ogni vignetta è studiata con dovizia di particolari e si lega perfettamente alle altre creando una composizione armonica e funzionale. Sono rimasta davvero stregata dai paesaggi innevati, dagli interni poveri ma accoglienti, dalla dolcezza dei personaggi che pur nelle difficoltà mostrano una grande dignità e tenacia.

Un’opera capace di trasmettere valori importanti e che mi ha fatto tornare con la mente indietro di diversi anni, sul finire degli anni ’90, quando da piccola trascorrevo interi pomeriggi a guardare ininterrottamente i cartoni animati Disney, quali Il re leone, La bella e la bestia, Pocahontas, Il gobbo di Notre Dame

Vi starete chiedendo il nesso tra i film d’animazione e il fumetto Mamette…vi rispondo che a mio onesto parere, quest’ultimo ne condivide l’impostazione e il senso profondo. In quest’opera, come negli esempi sopraccitati, si è deciso infatti di mostrare non solo le cose belle e gioiose dell’esistenza ma anche i suoi risvolti più tristi e cupi. La vita non è ammantata quindi da un senso di irrealtà ma scende e si riveste dei suoi abiti più veri, a volte puliti ma spesso macchiati e rotti. Il messaggio quindi che ne deriva, è assolutamente positivo poiché ci ricorda l’inutilità di fuggire di fronte alle problematiche o l’errore di lasciarsi alterare e indurire dal dolore.

L’insegnamento finale è quindi accogliere la sofferenza nel nostro animo e trovare nell’affetto, nell’amicizia e nei sentimenti più puri e nobili, la forza di affrontare le vicissitudini che costellano inesorabilmente l’esistenza di ciascuno di noi.

Questa grande lezione emerge con infinita dolcezza nel graphic novel I ricordi Mamette 3- La buona stella indirizzato ad un pubblico di bambini ma che consiglio caldamente anche agli adulti, dal momento che spesso più che i piccoli, sono i grandi a dover essere educati alla resilienza e all’amore.

Concludo quindi col dirvi…lasciatevi incantare da questa nuova storia targata Tunué che alla fine riuscirà a strapparvi forse anche qualche lacrimuccia!

Voto: 8,5

Giulia Aversente

Appassionata di arte, amante di fumetti, affamata di libri e divoratrice di film...