Recensione sulla graphic novel “Finisco di contare le mattonelle”

La nostra recensione sul prodotto Bao Publishing “Finisco di contare le mattonelle”

Edita dalla nota casa editrice Bao Publishing, “Finisco di contare le mattonelle” è la graphic novel di esordio della fumettista Elisabetta Romagnoli. Quest’ultima, nata a Roma e cresciuta nei Castelli Romani, ha lavorato precedentemente per la casa editrice Eura, per la Loescher e con la collettiva di illustrazione Inklist.

Il romanzo grafico trova posto nella collana de “Le città viste dall’alto”, idea lanciata e promossa dall’editor Leonardo Favia con l’intento di raccogliere storie di vita dalla forte carica psicologica ed emotiva, ognuna delle quali ambientata in diverse città europee che fanno da sfondo alle vicende narrate diventando in parte esse stesse delle protagoniste.

La storia racconta di Chiara, una giovane ragazza che al momento dei fatti narrati sta prendendo un aereo diretto a Barcellona. Ad attenderla all’aeroporto c’è il suo amore adolescenziale, Matteo, un giovane pilota di linea. I due si erano conosciuti ad un campo di scout dove la allora ragazzina si era invaghita di quel ragazzo dagli occhi verdi e dai modi gentili. Purtroppo, però, tra i due non era scoccata alcuna scintilla e il destino aveva fatto in modo che prendessero strade diverse. Trascorrono 13 anni e Chiara, attraversando periodi quali “musicista tormentata” e “frikkettona felice e spensierata”, è diventata adulta. Ora la ragazza timida e riservata è diventa una donna affascinante e intraprendente, pronta a conquistare l’uomo tanto sognato e idealizzato.

finisco di contare le mattonelle

Devo dire che la graphic non mi ha colpito particolarmente. Mi sarei aspettata un approfondimento diverso sulla psicologia dei personaggi scendendo più nel profondo nell’intimità, alla ricerca di quei sentimenti taciuti e nascosti dietro all’apparenza. Comunque ho trovato interessante il graduale cambiamento nell’atteggiamento della protagonista nei confronti dell’uomo che aveva idealizzato. Inoltre ho apprezzato l’inserimento di tre finali differenti, uno dei quali però del tutto inadeguato al contesto e un altro a mio parere un po’ debole considerando la metamorfosi psicologica ed emotiva della protagonista. Infine, per quanto concerne il lato grafico, devo dire che al di là del fatto che non amo particolarmente il tratto essenziale e sintetico così in auge in questo periodo, ho trovato comunque i disegni troppo lineari, e poco chiari. Da questo romanzo grafico mi sarei aspettata più coinvolgimento emotivo e un’indagine sulle dinamiche amorose e sulla psiche umana atte a far riflettere chi legge sulle sfaccettature dell’essere umano e sulle manifestazioni della persona. Purtroppo non sono rimasta pienamente soddisfatta in tal senso ma nel complesso comunque la mia valutazione tocca la sufficienza. Resto in attesa di valutare altri prodotti della casa editrice Bao Publishing.

Concludo quindi ricordando che la graphic novel è disponibile in tutte le librerie ad un prezzo di  €15.

finisco di contare le mattonelle

VOTO: 6

Giulia Aversente

Appassionata di arte, amante di fumetti, affamata di libri e divoratrice di film...