Dead Ahead – Un Mare Di Morte RECENSIONE

La nostra recensione sul primo volume della serie “Dead Ahead”

Edito in Italia dalla casa editrice Saldapress, Dead Ahead è un fumetto horror – splatter creato dalla penna di Mel Smith in collaborazione con Clark Castillo. Per quanto concerne la parte grafica invece hanno lavorato un connubio di talenti: i disegni realizzati da Alex Niño, sono colorati da Moose Baumann, Steve Oliff e Tom Smith.

La storia

La storia presenta la ben nota diffusione del virus zombie. Il lettore si troverò a seguire le vicende di un gruppo di amici che, durante una battuta di pesca, sono improvvisamente raggiunti via radio da notizie terribili su uomini che presi da una fame incontrollata cominciano ad attaccare i propri simili.

dead-ahead-un-mare-di-morte-recensione

Così in preda al terrore e intenzionati a capire cosa stesse accadendo sulla terraferma cercano di tornare a riva ma in prossimità del porto sono fermati da alcuni soldati che li obbligano a riprendere il largo.

Iniziano a vagare alla deriva sospinti dalla corrente, in balia dell’oceano e delle proprie paure, consapevoli di essere sopravvissuti alla disfatta dell’umanità.

Solo di tanto in tanto sono costretti ad approdare in cerca di rifornimenti. Nelle loro spedizioni toccheranno con mano la devastazione e l’orrore dove, tra rovine di città fatiscenti, giacciono corpi putrefatti e si nascondono non morti in cerca di vivi da divorare.

In questo girone dantesco una speranza si profila d’improvviso all’orizzonte. Nell’oscurità della notte si staglia l’imponente sagoma di un transatlantico. Prenderne possesso vorrebbe dire garantirsi protezione e vettovaglie per lungo tempo.

Non sono però  i soli ad aver messo gli occhi su quel gioiellino. Altri sopravvissuti salgono assieme ai protagonisti nel relitto con l’intento di accaparrarsi il ricco bottino.

Quello che nessuno può immaginare è però l’orrore celato al suo interno…

Una storia visionaria

Devo dire che ho apprezzato il fumetto “Dead Ahead” che nel complesso risulta un prodotto riuscito e accattivante.

dead-ahead-volume-1-recensione

Il ritmo narrativo è serrato e coinvolgente con scene concitate che lasceranno il lettore senza fiato trascinandolo negli eventi e nei sentimenti provati dai personaggi.

Inoltre sono rimasta affascinata dal carattere visionario e surreale che travalicando ogni schema compositivo riesce ad esprimere al meglio tutto il potenziale e la creatività del disegnatore Alex Niño con scene articolate e suggestive.

I dialoghi, ben curati e interessanti raccontano in modo poetico e simbolico, tutto l’orrore e l’annichilimento dell’animo di Jack, capitano del vascello, di fronte all’apocalisse del genere umano.

dead-ahead-recensione

Infine per quanto concerne la colorazione, devo dire che il lavoro coordinato ed esperto di più artisti risulta efficace e vincente riuscendo a render tutta la tragicità delle scene con tonalità cupe e livide.

Conclusioni

Concludo quindi consigliando la lettura del primo numero della serie “Dead Ahead”  dalle premesse davvero interessanti e convincenti.

PRO

  • Storia avvincente e ricca di suspense;
  • Dialoghi ben studiati e didascalie coinvolgenti e profonde;
  • Disegni curati e colorazione efficace su tonalità livide.

CONTRO

  • Alcune scene risultano di difficile comprensione e lettura.

Voto

7.5/10

Giulia Aversente

Appassionata di arte, amante di fumetti, affamata di libri e divoratrice di film...