Perché Samsung ha rilasciato uno smartphone-bomba?

Samsung ha creato un nuovo smartphone e portato avanti la generazione ferma al 5 (perché non 6? Semplicemente per mettersi in linea con i cugini ‘S’): parliamo ovviamente del Galaxy Note 7.

“È nata un esplosione di tecnologia” si pensava. Peccato che di esplosivo ce n’è davvero. Si, Samsung ha rilasciato uno smartphone pericoloso, esplosivo a tutti gli effetti. Perché?

Ad oggi sono stati contati almeno 35 casi di batterie difettose (1 in Taiwan, 17 in Corea, 17 negli USA), a detta dell’azienda produttrice. Il problema consiste nella presenza di alcuni collegamenti all’interno della batteria che non dovevano esser fatti. Questo portava a un surriscaldamento della stessa e alla conseguente esplosione.

Il tutto per aumentare sensibilmente la durata della batteria (2-4%). Ecco che come risultato Samsung ha tolto immediatamente dal mercato Galaxy Note 7 con una spesa di oltre 1 miliardo di euro e tuttora sta richiamando quelli ormai venduti. Come se non bastasse Samsung ha perso anche oltre 25 miliardi in borsa.

Comunque il 28 Settembre 2016 dovrebbero aver risolto ogni problematica e sarà disponibile all’acquisto. Ci saranno ulteriori sorprese? Non ci resta che attendere.

 

img_0340

Gennaro

Hello World! Per noi malati di programmazione è iniziato tutto da lì. Giovine del '94 amatore di Windows '98. Nel [poco] tempo libero mi aggiorno sul mondo tecnologie e dello sport.