Overwatch – La recensione!

Overwatch, l’ultima fatica di Blizzard, è sicuramente un titolo che si sta facendo sentire molto. Con i suoi personaggi pieni di personalità e con uno stile di gameplay che si avvicina ad un target più elevato di consumatori, sembra aver spaccato. In questa recensione, vi dirò cosa mi è piaciuto e cosa no riguardo questo titolo. Partiamo quindi!

Trama

La trama di Overwatch è interessante, seppur, per il 70% nascosta completamente. Quello che sappiamo immediatamente è che ci troviamo in un futuro prossimo ambientato nel 2070 circa. In questo periodo di massimo splendore a livello robotico, le persone vivono affianco agli Omnic, delle intelligenze artificiali senzienti. Questi, sono controllati dagli Omnium, delle stazioni di comando che ne gestiscono il funzionamento, la costruzione e l’apprendimento.

Con il passare del tempo, dopo alcuni scandali, le stazioni Omnium vennero smantellate lasciando a loro stessi i robot sparsi per il mondo. Poco dopo, con un misterioso progetto chiamato “Programma Dio”, gli Omnium vennero riaccesi, e i vari Omnic vennero riprogrammati per attaccare gli esseri umani. Inizia la Crisi degli Omnic.

Le Nazioni Unite decisero di reagire creando una task force d’élite chiamata Overwatch. Questa racchiudeva tutti i soldati più forti e potenti del globo. Essi riuscirono, subito dopo, a distruggere la base operativa degli Omnium garantendo la sicurezza del genere umano.

Quest’aria di pace e serenità viene subito stroncata da alcune crisi tra i vari agenti e dirigenti dell’Overwatch, che si sciolse ufficialmente dopo l’esplosione del quartier generale di Zurigo.

Dopo la sua chiusura, esce fuori allo scoperto un gruppo terroristico, la Talon, che con un attentato da parte di Widowmaker, uno dei cecchini più forti esistenti, eliminano uno degli esponenti politici più importanti, Tekhartha Mondatta, che professa la pace degli omnic, chiamata Shambali.

Dopo quest’azione brutale, in Russia si attiva uno degli Omnium nemici che dà inizio ufficialmente alla Seconda Crisi degli Omnic. Questi, insieme all’organizzazione Talon, minacciano seriamente l’incolumità della terra. Winston, uno dei personaggi più importanti della Overwatch, è determinato a rimettere insieme il suo vecchio gruppo per garantire la sopravvivenza dell’umanità. Il mondo ha bisogno di loro, ha bisogno della Overwatch.

Tutto è questo è possibile capirlo dalle varie Cinematic uscite prima della release del gioco, ma anche tramite i vari dialoghi casuali in-game tra i vari personaggi. Come vedete, la lore è davvero bella corposa. Ora passiamo al Gameplay!

Gameplay

Overwatch 2

Lo stile di gioco, a mio parere, è un misto tra TF2, Lol, Smite, insomma, è un insieme dei tanti titoli Moba esistenti. Blizzard, come sempre, ha sfruttato l’occasione per combinare tutte le cose belle di ognuno di questi titoli, mettendoci anche il suo zampino, facendo uscire un gioco più che valido. Il sistema è molto semplice. Avete presente un Moba, no? Overwatch è questo, più uno sparatutto in prima persona dove ogni personaggio ha delle sue particolari abilità, più un’ultra.

I personaggi sono 22. Ne continueranno ad arrivare con il corso del tempo, insieme alle mappe e modalità di gioco. Iniziamo a parlare di quest’ultime.

  • Modalità di gioco

Le modalità di gioco sono 4. Queste comprendono 3 mappe ciascuna. In queste arene si gioca in 6vs6.

Conquista: Classica modalità. In questa, la squadra blu dovrà cercare di conquistare l’obiettivo A, dopo averlo fatto, dovrà dirigersi verso l’obiettivo B. Nel mentre, la squadra rossa dovrà cercare di difendersi il più possibile. Se nel tempo limite, la squadra blu non riuscirà a conquistare entrambi gli obiettivi, la vittoria andrà alla squadra rossa.

Trasporto: In questa modalità le regole sono molto semplici. Scortare il carico dal punto A fino al punto B. L’unico modo per vincere è svolgere questo compito nel tempo limite.

Controllo: Lo scopo è quello di controllare l’obiettivo in una sfida al meglio di tre.

Conquista + Trasporto: La squadra blu ha il compito di conquistare l’obiettivo A per sbloccare il trasporto del carico. Dopo aver fatto ciò, lo deve trasportare fino all’obiettivo B. La squadra rossa ha il compito di evitare la conquista e il trasporto dell’obbiettivo da parte dei nemici.

  • Mappe

Overwatch 3

Le mappe sono ambientate nelle varie nazioni del mondo. Blizzard ha annunciato che ne arriveranno altre in futuro. Per ora sono circa 12.

  • Personaggi

Overwatch 1

Come detto in precedenza, i personaggi sono 22. Ognuno possiede delle sue abilità. Il gioco presenta 4 classi: Attacco; Difesa; Tank; Supporto. Come un classico Moba, una squadra “equilibrata” comprende almeno uno per ogni classe, tuttavia, sono molti i casi in cui ci ritroveremo a giocare contro squadre con due o più personaggi uguali. Ora, dopo gli ultimi aggiornamenti, non è possibile fare ciò nelle ranked e queste situazioni stanno via via diminuendo.

I personaggi sono il punto forte di Overwatch. Tutti sono profondamente caratterizzati. Durante le nostre partite, i dialoghi tra loro, il poter comunicare tramite la chat di gioco con un semplice”Ciao” o Emote o con Frasi Emote, rende tutto più interessante.

La personalizzazione del personaggio non andrà ad influire le meccaniche di gioco. Quello che potremo fare per OGNI personaggio è: Cambiare Modello (ovvero Skin), Emote (posa dinamica in game), cambiare la posa vittoriosa (a fine partita, se vinceremo, compariranno tutti i personaggi della nostra squadra in posa, che potrà essere personalizzata con questa opzione), cambiare Audio (è una frase che potremo far dire al personaggio durante la partita) e Spray ( immagine che potremo attaccare sui pavimenti e muri delle mappe in cui giocheremo ).

Ora arriva una delle cose più belle di Overwatch, gli Highlight. Dopo ogni partita, sarà possibile vedere “l’azione migliore della partita”. Il personaggio che avrà preso questo riconoscimento, eseguirà una sua mossa speciale, la cosiddetta Highlight, per poi essere accompagnata dal replay dell’azione. Il bello di queste Highlight è che ogni personaggio ne possiede 3, ognuna più bella dell’altra. Non è necessario vincere la partita. L’azione migliore va oltre la vittoria e sconfitta.

Quante volte, dopo una grande giocata, vi capiterà di sentirvi soddisfatti guardando il vostro personaggio e capire di aver compiuto la migliore azione della partita. Quante volte, vi sentirete dei pro, facendo vedere il vostro PG agli altri, con tanto di skin rara e Highlight spettacolare. Tutto questo, a mio parere, rende il gioco ancora più bello e originale.

  • Forzieri

Tutti le cose elencate qui sopra, potranno essere ottenuti tramite l’apertura delle chest. Ogni volta che avanzerete di livello, vi sarà consegnato un forziere. Questo conterrà degli oggetti random. In caso di doppione, il valore in gettoni di quell’oggetto specifico, vi sarà consegnato sotto forma di valuta. Questa valuta (ottenibile anche tramite chest) vi servirà nel caso in cui voleste acquistare un oggetto o skin subito, senza aspettare il forziere.

Il forziere sarà l’unico oggetto acquistabile tramite microtransazioni. Di per sé, Overwatch, può essere giocato senza acquistare nessun oggetto con soldi reali poiché le chest si potranno ottenere dopo ogni passaggio di livello.

  • Sistema Ranked

Le ranked sono una feature recente. Il competitivo va man mano sviluppandosi, con continui aggiornamenti per bilanciare il tutto. Ci saranno le classiche 10 partite di piazzamento. Dopo di queste, vi sarà dato un punteggio (basato sulla quantità di vittorie e sconfitte ottenute durante le partite di piazzamento). Vincere molte partite equivale ad aumentare il proprio punteggio, perderne, vi darà il risultato contrario. Partecipare alle ranked vi darà accesso a dei contenuti esclusivi, quali avatar del proprio personaggio, valuta esclusiva e tante altre cose.

Commenti generali

Blizzard ha di nuovo centrato il segno. Overwatch è una ventata d’aria fresca per gli amanti del genere Moba. Il fatto di essere un mix tra tanti giochi, lo rende fruibile da parte di tutti i fan del genere. Giocandolo in compagnia di amici, renderà il tutto ancora più divertente e tattico (giocando in party, guadagnerete una percentuale di ESP in più). Rendere il tutto gratuito, lasciandovi solamente la possibilità di comprare qualche chest in più usando soldi reali, è stata una mossa intelligente. In più, tutti gli eventi speciali, come quello dedicato alle olimpiadi con la possibilità di ottenere skin esclusive, o quelle dedicate alle varie modalità “Rissa” (modalità con solo determinati personaggi o con meccaniche esclusive) sempre in continuo cambiamento, aumenta ancora di più la longevità. Come in ogni moba però, il gioco ha presente ancora alcune cose da perfezionare, come: la forza troppo elevata di alcuni champion, alcuni bug legati alla percentuale danni.

Sono comunque imprecisioni che, con alcuni aggiornamenti, si possono risolvere tranquillamente. Che dire quindi, se prima avevate dei dubbi, io consiglio di scacciarli via dalla vostra testa e di prendere questo titolo senza esitare. Tante ore di divertimento, competizione e fomento.

PRO

  • Un must se amate il genere MOBA.
  • Tanti personaggi, ognuno con le proprie particolarità.
  • Doppiaggio italiano ben fatto.
  • Tante skin e oggetti da trovare nelle chest.
  • Tante ore di divertimento.

CONTRO

  • Alcuni imperfezioni vanno ancora corrette.
  • Il sistema ranked soffre ancora di alcune imprecisioni (che risolveranno sicuramente prossimamente)

Volete acquistare Overwatch?

QUI trovate il link per comprare la versione Playstation 4 su Amazon.

QUI trovate la versione per Xbox One.

QUI trovate la versione per PC Windows.

Siete in cerca di altre recensioni?

QUI trovate la recensione di MOBIUS Final Fantasy!

QUI trovate la recensione di Uncharted 4!

Al prossimo articolo!

Emanuele Mancini

Amante del mondo videoludico, di cinema e Serie TV a 360 gradi. Coltivo queste grandi passioni nel mio tempo libero, sempre in cerca di novità. Videogiochi e film: nuova arte!