Classifica dei 5 migliori MMORPG

MMORPG sta per “Massive(ly) Multiplayer Online Role-Playing Game” (giochi di ruolo massivi online) e rappresentano una branchia del mercato videoludico da milioni di dollari l’anno e che di anno in anno continua a crescere con numeri elevatissimi di giocatori attorno a tutto il globo che vi investono il proprio tempo libero; per usare dei numeri, solamente i giocatori di World of Warcraft hanno investito nel gioco un tempo superiore ai 6 milioni d’anni.
Vista l’importanza di questa categoria di videogiochi ecco dunque a voi la mia personalissima classifica dei migliori 5 MMORPG in commercio:

 

5) EVE Online
Data di Rilascio: 6 Maggio 2003
Sviluppatore: CCP Games
Metodo di Gioco: Abbonamento

EVE è la definizione, nonché il pinnacolo, del sandbox game in salsa MMO.
In circolazione da tredici lunghi anni, il titolo di CCP Games ha collezionato una trafila quasi infinita di battaglie perse che lo hanno portato alla pessima nomea di essere un gioco incurante del giocatore, senza pietà e che richiederà uno sforzo quasi disumano per rompere il ghiaccio.
Spesso il player si troverà di fronte ad un gioco che lo lascerà senza la minima idea di cosa debba fare per progredire, anzi, di cosa debba fare per iniziare del tutto! Questa atmosfera “spartana” tuttavia, ha dato luogo ad una community incredibilmente affiatata legata da quella sorta di cameratismo che contraddistingue i reduci di guerra.
Un sacco di sforzi per rompere il ghiaccio, di questo si parlava, un sacco di sforzi che verranno ricompensati.
La verità è che EVE online è quanto l’amore di una vita: richiede sacrificio ma regala soddisfazioni senza pari. I coraggiosi che riusciranno a resistere all’estrema difficoltà del titolo troveranno ad attenderli un’intera galassia di possibilità in cui più uno investirà in termini di impegno e dedizione e più soddisfazione riceverà in cambio.


4) Star Wars: The Old Republic
Data di Rilascio: 20 Dicembre 2011
Sviluppatore: Bioware
Metodo di Gioco: Gratuito con contenuti e DLC a pagamento

Ai suoi albori, SWTOR ci mise diverso tempo a trovare una propria identità: voleva essere un degno rivale di WoW nel mercato internazionale ma, allo stesso tempo, essere un sequel di Star Wars: Knight of the Old Republic e dell’enorme successo dello stesso.
Questo conflitto di “quantità di giocatori vs alto livello del contenuto e delle aspettative” ha portato inizialmente molti utenti ad abbandonare il titolo per cercare un alternativa più definita e stabile.
Nonostante tutto, ora l’esperienza Bioware è molto più godibile poiché il titolo si è focalizzato maggiormente nel narrare una grande storia, prima che far grandi numeri, a tutti i costi, in perfetta linea con lo stile storico della software house.
Proprio per l’incredibile qualità di storia e narrazione (ben otto differenti storylines complete, una per ogni classe), unita alla vastità incredibile dell’universo espanso di Star Wars, il titolo canadese è stato uno dei più amati ed apprezzati degli ultimi cinque anni.

 

3) Guild Wars II
Data di Rilascio: 28 Agosto 2012
Sviluppatore: ArenaNet
Metodo di Gioco: Buy-to-play with DLC

Quando si passa dal PvE al PvP, un numero davvero esiguo di MMO è in grado di reggere il passo con Guild Wars II.
Come suggerisce il nome stesso, le gilde all’interno del gioco si troveranno ad affrontarsi in deathmatch strutturati in diversi format, dal puro massacro alla contesa degli obiettivi al “cattura la bandiera”. Se le battaglie tra gilde non fossero abbastanza, la modalità ServerVsServer entra in campo a gamba tesa a portare l’esperienza di gioco a tutt’altro altro livello, con centinaia di giocatori pronti a scannarsi a vicenda.
Il punto di forza di questo gioco è la sua immediatezza. Il giocatore non avrà infatti bisogno di passare centinaia di ore ad accumulare esperienza ed equipaggiamento per il proprio personaggio per portarlo al massimo delle statistiche, ma potrà lanciarsi immediatamente verso la core experience del titolo.
Anche il gameplay aiuta enormemente in questo senso, con uno stile di gioco che predilige enormemente la mira, lo schivare e l’utilizzo dell’ambiente circostante rispetto al memorizzare lunghe e complesse rotation di talenti ed abilità, rendendo il gioco più dinamico ed accessibile a tutti.
Nonostante i problemi di bilanciamento delle classi che da sempre caratterizzano l’ambiente competitivo, che necessitano d’incessante cura da parte dello staff di ArenaNet, Guild Wars II rimane uno dei, se non il, miglior titolo MMO per le esperienze PvP ed uno dei 5 migliori MMO di sempre.

 

2) Final Fantasy XIV: A Realm Reborn
Data di Rilascio: 7 Agosto 2013
Sviluppatore: Square Enix
Metodo di Gioco: Abbonamento + DLC

Final Fantasy XIV è stato un fallimento su molti fronti, sin dal suo lancio nell’ormai lontano 2010 dove ricevette un responso negativo da praticamente ogni fonte di critica ed utenza. Nonostante questo, Square Enix si rifiutò di gettare la spugna e si mise a ristrutturare da capo il titolo con un team di specialisti ad hoc e completamente nuovo.
“A Realm Reborn”, la seconda iterazione del titolo, è riuscito a far riaffiorare la passione per Final Fantasy in un incredibile numero di persone, meglio di qualsiasi altro titolo single player della serie da moltissimi anni a questa parte.
Il segreto del successo del titolo è quello di aver aggiunto al format vincente di altri colossi alcune idee innovative come il complesso, strutturato ed essenziale crafting system, tra i più peculiari e divertenti del settore. Altro punto vincente della serie è la possibilità di cambiare classe a piacere durante il gioco, come insegnato con successo da White Knight Chronicles e poi copiato da The Elder Scrolls Online, non costringendo il giocatore a creare un nuovo personaggio ogni volta che desidera provare un’esperienza nuova.
Assieme ad una storia capace di far innamorare, in puro stile Final Fantasy, A Realm Reborn ed il suo mondo di Eorzea si conquista il secondo posto del podio.

 

1) World of Warcraft
Data di Rilascio: 23 Novembre 2004
Sviluppatore: Blizzard
Metodo di Gioco: Abbonamento + DLC

Nessun MMO dagli albori della categoria ha mai avuto un impatto nella storia del genere come World of Warcraft. Con un massimale di quasi 12 milioni di giocatori in tutto il mondo, il titolo Blizzard ha creato nei suoi 13 anni di vita una fandome che l’ha portato a sbarcare nel cosplay, nella cinematografia, nella letteratura, nei MOBA e negli ITCG con lo stesso quantitativo di successo.
Nonostante alcuni MMO possano essere più validi guardando a specifici aspetti del gioco, come il PvP o lo storytelling, nessun’altro è divenuto maestro tanto quando WoW nell’unirli assieme in un unico, strabiliante titolo.
Che si cerchi un’esperienza PvE con dungeon e raid, una PvP con arene e battleground o che si voglia semplicemente esplorare e godersi il meraviglioso ed immersivo mondo di Azeroth, World of Warcraft è il gioco in grado di accontentare tutti e con elevatissimi standard qualitativi.
Nonostante durante la sua lunga carriera, alcune espansioni (soprattutto le più recenti prima dell’ultima e pluripremiata “Legion”) abbiano avuto i loro alti e bassi, nel complessivo WoW vanta un’infinita serie di successi che lo porta, nonostante il tentativo di molte case nel creare un gioco che glielo usurpasse, a ricoprire il titolo di miglior MMORPG nella storia del genere.