Lantern – La recensione!

C’era una volta una principessa molto triste. Si sentiva così infelice e senza amore che tutto intorno a lei divenne grigio e privo di vita, e in tutto il paese scomparvero il colore e la gioia. La nostra favola comincia quando una semplice lanterna venne accesa in un lontano villaggio…

Lantern mi ha colpito sin da subito. Ho avuto modo di provarlo durante questo GamesWeek e ne sono rimasto profondamente affascinato. I ragazzi di “Storm in a Teacup” hanno creato questo videogioco per renderlo più immersivo possibile. Per questo è possibile giocarlo con un visore Oculus o HTC Vive. Non avendo nessuno di questi due visori, l’ho giocato con mouse e tastiera. La recensione, quindi, si baserà sul gioco provato senza realtà virtuale e sarà accompagnata come sempre da screenshot presi direttamente in game!

lantern-rdn-01

In Lantern, il nostro compito sarà quello di guidare una lanterna che ha lo scopo di riportare colore all’interno del villaggio di una principessa, diventato grigio a causa della sua tristezza. L’azione del “portare colore” è molto simbolico. Con il vento la lanterna porta speranza e felicità con la sua luce splendente. Effettivamente si può dire che essa porta vita. Il gioco tocca molto i temi delle leggende orientali come anche lo stile dell’ambientazione.

lantern-02

Il gameplay di per sé è molto semplice. Giocando con mouse e tastiera, i tasti d’azione sono essenzialmente 3: con il tasto sinistro del mouse creeremo un’esplosione di luce che colorerà l’ambiente circostante entro un raggio definito; con il tasto destro, un forte vento ci consentirà di spostarci più velocemente (per un periodo di tempo limitato). Per muoverci dovremo tenere premuto il tasto “spacebar”.

I paesaggi sono magnifici (naturalmente quando saranno completamente colorati). Ci sono in totale 4 livelli. Ogni livello rappresenta una stagione. A seconda della stagione che sceglieremo, gli ambienti cambieranno. Il mio livello preferito è l’Inverno perché artisticamente rende benissimo l’idea della lanterna che durante la notte porta luce e calore all’interno delle case. Vi lascio un’immagine sotto, per darvi un’idea!

lantern-rdn-03

Ogni livello ha una sua musica specifica, sempre accompagnata dallo stile classico orientale. La colonna sonora è stata composta appositamente per essere il più possibile a tema con l’ambiente di gioco: rilassante e gradevole.

Lantern a livello grafico sa stupire. All’interno di ogni livello ci saranno varie zone abitate. Ognuna di queste parti ha una piazza con al centro una colonna. Questa si riempirà di luce man mano che noi coloreremo il villaggio nella quale è localizzata. Arrivata a livelli massimi, avremo completato quella porzione di villaggio. Il gioco ci premierà con una ripresa fatta ad hoc per apprezzare l’intero panorama, con tanto di lanterne luminose che svolazzano in giro per le strade. Anche i disegni, usati per narrare la storia attraverso le cutscene, sono davvero ben fatti.

lantern-rdn-04

In Lantern sono presenti anche dei collezionabili! In ogni livello troveremo un piccolo tempietto con delle scritte indecifrabili. Per sbloccare il messaggio segreto, dovremo trovare dei glifi nascosti in giro per la mappa. Lasciatemelo dire, sono nascosti davvero bene!

lantern-rdn-05

Non è tutto rosa e fiori però! Il gioco soffre di cali di framerate. Se avete dei dispositivi per la realtà virtuale ma non avete un computer abbastanza potente, la cosa potrebbe diventare fastidiosa. Potrebbe capitare anche che in alcuni frangenti di gioco la lanterna possa incastrarsi all’interno di rocce e alberi, compenetrandosi completamente.  Sarete quindi costretti a fare alcune scomode manovre per liberare la vostra sfortunata lanterna.

Commento generale

Lantern non è un gioco per tutti, ed è questo che lo rende speciale. E’ quel genere di videogiochi dove non è presente alcuna sfida, combattimento o altro. E’ un gioco che punta a rilassarvi. Le musiche accompagneranno perfettamente il vostro viaggio. La possibilità di scegliere i livelli dopo aver completato il gioco, vi farà recuperare tutti i collezionabili mancati durante la prima run. La longevità non è delle migliori (sulle 2 ore e mezza), ma proprio perché il gioco punta molto sulla rigiocabilità. Dopo averlo finito, magari dopo alcuni giorni, è possibile che lo riavvierete per rivivere di nuovo delle emozioni positive. La soddisfazione di portare vita e colore all’interno dei villaggi è semplicemente gratificante. In sintesi, vi consiglio Lantern? Sì, e l’ho giocato senza realtà virtuale!

Lantern è disponibile su Steam al costo di € 6,99!

PRO

  • Gioco rilassante e piacevole;
  • Colonna sonora emozionante;
  • Ambientazioni e disegni davvero ben fatti.

CONTRO

  • Il gioco soffre di cali di framerate.;
  • I movimenti della lanterna non sono sempre precisi.

Voto

7,5/10

Emanuele Mancini

Amante del mondo videoludico, di cinema e Serie TV a 360 gradi. Coltivo queste grandi passioni nel mio tempo libero, sempre in cerca di novità. Videogiochi e film: nuova arte!