Recensione sula graphic novel “La Generazione”

La nostra recensione sulla graphic novel edita dalla Bao Publishing “La Generazione”

La Generazione” è una graphic novel scritta e disegnata da Flavia Biondi per la collana “Le città viste dall’alto” della casa editrice Bao Publishing.

Il protagonista è Matteo un ragazzo che, dopo aver trascorso tre anni nella palpitante Milano, torna nel suo paese natio in Toscana. Non volendo affrontare il padre per divergenze nate prima della sua partenza, ripara a casa della nonna dove, per vicissitudini e problematiche economiche, si trovano a vivere anche tre zie e una cugina. Il lettore si troverà quindi coinvolto nelle vicende e nelle dinamiche familiari che intercorrono tra i diversi personaggi della storia.

la-generazione-graphic-novel
La fragilità dell’esistenza

“La Generazione” è un’opera stupenda che non può in alcun modo mancare nella libreria di appassionati del genere e non solo. La graphic novel travalicando ogni confine, ci condurrà nell’intimità del nostro vivere quotidiano e con voce sottile e schietta ci parlerà delle nostre paure, dei nostri desideri e di quel complesso microcosmo che orbita attorno ad ognuno di noi condizionando nel bene e nel male le nostre esistenze e le nostre scelte.

la-generazione-recensione-graphic-novel

Senza fare troppe anticipazioni, lasciando così al lettore il gusto di scoprire e seguire la narrazione, analizzerò l’opera dalla premesse semplici ma dal profondo valore contenutistico.

Da crisalide a farfalla

Matteo è un giovane in balia della sua età, che sopraffatto dalle turbolenze emotive in una fase delicata della sua vita decide di fuggire inseguendo l’amore, Massimo, un uomo conosciuto in chat, più grande di lui di 9 anni.

Arrivato nella città lombarda si lascia sedurre dagli agi di una vita comoda e ricca di stimoli e divertimenti. Un giorno però l’incantesimo svanisce lasciando Matteo davanti ad un bivio. Ancora una volta il giovane sceglie di scappare e torna nel suo paese dopo tre anni di assenza e pesanti silenzi.

la-generazione-graphic-novel-recensione

Inizia così il lungo percorso di crescita che da crisalide lo trasformerà in farfalla. In questo cammino alla scoperta di se stesso è affiancato da cinque figure femminili ognuna delle quali alle prese con le proprie fragilità, paure e segreti, in una variopinta tavolozza di emozioni umane.

Per quanto concerne la parte grafica devo dire che lo stile lineare e pulito di Flavia Biondi risulta efficace e coinvolgente trascinando il lettore nelle ambientazioni e nella psicologia dei personaggi. Il tutto è condito da dialoghi fluidi e ben curati che riescono a trasmettere un senso di semplicità e vicinanza.

Conclusioni

Concludo quindi consigliando la lettura della graphic novel “La Generazione” capace di far riflettere sul valore della famiglia e sulla bellezza di quei piccoli gesti quotidiani apparentemente insignificanti che contribuiscono però alla formazione e alla crescita emotiva dell’individuo.

Ricordo che l’opera è disponibile in tutte le librerie e fumetterie specializzate al prezzo di €15.

VOTO: 8

Altre recensioni di graphic novel

  • “La ragazza d’inverno” QUI;
  • “O’ Malamente” QUI;
  • “Avventure di un uomo in pigiama” QUI.

roba-da-nerd-recensioni

//

Giulia Aversente

Appassionata di arte, amante di fumetti, affamata di libri e divoratrice di film...