iPhone 6 in due varianti, iPad Maxi in arrivo

La macchina dei rumor in salsa mela morsicata non si vuole proprio fermare, e stavolta ci porge una news alquanto allettante, parlando delle dimensioni dello schermo del nuovo melafonino.

Concept-iPhone-6-4.7-poucesLa tanto forzata campagna dello “one-handed phone” sta per vedere il suo declino? Ancora è presto per dirlo ma la società DisplaySearch ha condotto una analisi predittiva molto dettagliata, e mette in gioco non uno, ma ben due melafonini. Si badi bene però, la mela morsicata ha appreso molto dall’esperimento iPhone 5C e infatti non pensa di portare sul mercato una sua evoluzione, bensi due smartphone di fascia alta differenziati dallo schermo, uno da 4,7 pollici e uno da ben 5,5 pollici.

Insomma pare che la Apple sia finalmente caduta nelle tentazioni di ampliare a dismisura i display dei propri prodotti per rincorrere i competitor, soprattutto Android.

Ma di questi due prodotti si sa anche la densità di pixel degli schermi, pari a 386ppi per il modello da 4,7 pollici (con una risoluzione da 1600×900) e 401ppi per il modello maxi, con una risoluzione Full HD.

La società DisplaySerach però non si ferma qua, azzardando previsioni anche per il mai svelato iPad Maxi12_9_ipad_ipads_dark con il suo display da 12,9 pollici. Si presume che sarà implementato un display con una fenomenale risoluzione di 2732×2040 pixel, che comunque data la stazza del display porterà in seno la classica densità di pixel pari a 264ppi.

Oramai è conosciuta in tutto il globo la capacità rivoluzionaria di Apple, e secondo me il biennio 2014\2015 sarà l’anno dello stupore, quindi aspettatevi ben di più di semplici supposizioni che indicano una rincorsa alla concorrenza…ma aspettatevi…l’incredibile…

Jerry Galipò

Ragazzo instradato nella medicina ma infervorato per la tecnologia, soprattutto mobile. Mi occuperò, solo per voi, soprattutto di possibili nuovi gioielli tecnologici che arriveranno più in la, di Windows, ma soprattutto di mie idee che cercherò di trasmettere per una visione a tutto tondo della tecnologi che STIAMO vivendo