Google phone nel 2015: Project Ara

Google non si smentisce mai, e per il 2015 ci riserva una sorpresa entusiasmante che non lascerà di certo indifferenti tutti gli appassionati di cultura geek ed hi-tech. Si tratta del nuovo smartphone modulare Project Ara, nato in Motorola Mobility e subito preso di mira dai ricercatori del gruppo Advanced Technology and Projects di Google che hanno già presentato agli sviluppatori dell’azienda il primo prototipo, molto probabilmente prodotto per il 2015 e commercializzato anche nei negozi on line.

Il Project Ara avrà la peculiarità di includere piccoli moduli di diverse misure, somiglianti a dei piccoli mattoni, che verranno agganciati al telaio metallico, tramite elettromagneti semi-permanenti, riuscendo a comunicare con la scheda madre tramite interconnessioni capacitive ancora più piccole dei pin standard dei normali connettori elettronici intercambiabili. Sono quindi tutte le caratteristiche tecniche principali di uno smartphone, il processore, la memoria Ram, il chipset Wi-fi, il display, la fotocamera, la batteria, ed altro ancora.

Tutto questo significa, che Ara di Google permette di soddisfare le esigenze di moltissimi utenti, tramite le sue caratteristiche modificabili, e può essere adatto sia a principianti dell’usabilità degli smartphone che agli esperti, permettendo dunque di usufruire delle classiche funzioni come giocare on line, tramite la scelta delle componenti da usare. Ad esempio se si vuole giocare ad un particolare servizio di casino on line che richiede un processore particolare, ed un display altrettanto adatto da permettere di vivere al meglio l’esperienza di gioco, come possiamo testare in siti come questo, con Ara si può avere la possibilità di scegliere e di usufruire di funzioni che prima di esso appartenevano solo a dispositivi di un altro genere.

Ara è quindi uno smartphone modulare definibile “hi-end” ideale per chi non si accontenta mai, e secondo i suoi progettisti verrà inizialmente commercializzato come un “Grey Phone”, cioè un telefono equipaggiato solo di schermo, processore e modulo Wi-fi. Si prevedono tre versioni con dimensioni variabili e che includono da un minimo di 10 moduli ad un massimo di 18 intercambiabili.

prime immagini del Project Ara risalenti ad inizio 2014