Death Stranding – Nuovo trailer con Del Toro e Mikkelsen: analisi e teorie!

Durante i “The Game Awards 2016“, Kojima è salito sul palco per ritirare il premio che non ha potuto prendere l’anno scorso per The Phantom Pain. E’ stata una scena davvero emozionante, sia per noi, che per Kojima ed il presentatore Geoff Keighley (i due sono grandi amici). Dopo aver parlato al microfono e ringraziato tutti i suoi sostenitori, Kojima ha voluto fare un piccolo regalo a tutti. Ha mostrato un nuovissimo trailer di Death Stranding. Questa volta, il trailer ci mostra il regista Guillermo Del Toro insieme a Mikkelsen (Doctor Strange, Hannibal) più angosciante che mai. Date un’occhiata al video qui sotto!

Nuovo trailer di Death Stranding

I soggetti di questo video di Death Stranding, non ancora presentati ufficialmente al pubblico con il loro nome proprio, li chiameremo rispettivamente Del Toro e Mikkelsen, per comodità.

Analisi + Teorie

Ho avuto modo di scrivere questa parte con alcune persone che hanno analizzato insieme a me il trailer. Ringrazio Tiziano e Matteo per l’aiuto.

Beh, dopo il filmato, sicuramente sappiamo di aver visto tanto e di più, rispetto al primo trailer con Reedus. Ma sappiamo realmente cosa abbiamo visto? Sappiamo dargli un senso preciso? Secondo me no. Ma è sempre bello speculare e formulare ipotesi guardando i trailer di Kojima. In qualche modo, quando si guardano i suoi trailer girati e scritti magnificamente, ti senti un po’ come un investigatore, pronto a raccogliere ogni tipo di indizio cercando di rimettere insieme i pezzi.

Ritornano molte cose: le manette, il feto, il fluido nero, un granchio. E sono molte le cose che vediamo per la prima volta! Un arcobaleno ribaltato, scheletri e budella che fuoriescono da un carro armato, un contenitore con all’interno un feto (probabilmente vive proprio grazie a questo), un armata di cadaveri soldati comandata da Mikkelsen.

Probabilmente la scena si svolge durante una delle due guerre mondiali in una dimensione alternativa dove qualcosa è andato decisamente storto.

Il fluido nero è quello che, secondo me, muove i fili degli antagonisti (che questi siano dipendenti da questo fluido?). Sappiamo che, appena Del Toro si accorge del pericolo imminente, attacca il cordone ombelicale del proprio corpo al contenitore del bambino. Ora, il bambino può avere un possibile significato: potrebbe essere un qualcosa da salvare e preservare (per questo contenuti e protetti all’interno di questi contenitori). Che gli antagonisti vogliano il feto per sfruttarne un possibile potere? Forse è proprio il fluido nero che cerca la linfa vitale nei feti? Non lo sappiamo, sono solo teorie naturalmente.

In ogni caso, a detta di Tiziano, Reedus e Del Toro saranno dalla stessa parte. Il primo di questi, nel primissimo trailer ufficiale, aveva anche lui delle manette ai polsi. Sono quindi ricercati da qualcosa o qualcuno. Tutti e due hanno, o meglio Reedus aveva, un bambino da proteggere.

Mikkelsen ha anche lui dei cordoni collegati ai soldati vicini. Questi sono dei veri e propri scheletri soldati. Quando Mikkelsen gli ordina di avanzare, i cordoni svaniscono completamente lasciando scie luminose rosse. Lo stesso colore che il petto del bambolotto ha ai suoi piedi.

Il viso di Mikkelsen è completamente invaso da questo liquido nero. Che sia proprio questo liquido, il mezzo attraverso il quale lui può comandare i misteriosi soldati scheletrici? Fatto sta che, dopo la scena del distacco, il liquido nero che precedentemente aveva in faccia non lo ha più. La ripresa del suo sorriso minaccioso è incredibile.

Altra cosa interessante è la cicatrice (intervento al cervello?) sulla fronte di Del Toro. Ahimè, qui davvero rimangono solo punti interrogativi.

Aggiornamento grazie a Tiziano: l’occhio che apre il feto è il destro, lo stesso del bambolotto.

death-stranding-teorie

Le cicatrici che ha sulla pancia, sono le stesse che ha Reedus nel primo trailer!

Abbiamo cercato di riassumere il più possibile le nostre teorie in queste brevi righe. C’è naturalmente ancora molto di cui discutere. Se volete condividere i vostri pensieri e ipotesi, fatelo con un commento qui sotto!

Alla prossima news!

Emanuele Mancini

Amante del mondo videoludico, di cinema e Serie TV a 360 gradi. Coltivo queste grandi passioni nel mio tempo libero, sempre in cerca di novità. Videogiochi e film: nuova arte!