Deadpool recensione sul film campione d’incassi

La nostra recensione sull’ultima creazione di Tom Miller “Deadpool”

Dopo averlo visto al cinema, volevo darvi il mio parere su un film decisamente inaspettato: “Deadpool”.
Diretto da Tim Miller e basato sull’omonimo fumetto Marvel, la storia segue la vicenda personale di Wade Wilson un mercenario che si dedica a seguire, spaventare e all’occorrenza uccidere chi, come lui stesso dice, “ è più cattivo di lui”, ovviamente dietro compenso.

Le sue abitudini cambieranno non appena incontrerà, nel pub abitualmente frequentato, quella che diventerà la sua futura fidanzata: Vanessa (Morena Baccarin).

Le cose per i due sembrano andare a gonfie vele finché Wilson non scopre di avere un cancro terminale.

deadpool-recensione-film

Questo evento lo sconvolgerà gettandolo nel baratro della disperazione dalla quale riemergerà portato in superficie dalle parole di un losco personaggio il quale non solo gli assicura la totale guarigione ma anche dei poteri sovrumani.

Il protagonista si sottopone quindi alle cure che prevedono delle torture disumane allo scopo di trasformare Wade in un super-uomo dalle capacità straordinarie.

Sopravvissuto per miracolo al suo aguzzino Francis (Ed Skrein), Wilson, divenuto ormai Deadpool, cercherà da quel momento una cosa sola: vendetta.

Un cast capitanato dallo straordinario Ryan Reynolds

deadpool-film-recensioneIl film è ricco d’azione e Miller è in grado di dirigerlo sapientemente con scene che non annoiano mai e che catturano continuamente l’attenzione dello spettatore. E se la trama per certi aspetti potrebbe sembrare simile a quella di altri supereroi Marvel, è proprio l’innovativo sarcasmo ed il pungente senso dell’humour del protagonista a rendere la pellicola un prodotto unico.

Il cast degli attori fa invece da contorno all’instancabile Ryan Reynolds che da solo rappresenta in modo fantastico il narcisismo e la comicità, a volte anche sguaiata, di Deadpool.

Una tecnica cinematografica ben studiata

Devo dire che ho apprezzato il film non solo per la mordacità del protagonista, ma anche per la tecnica cinematografica adottata dal regista: quella di esporre i fatti partendo da trama già avviata ed inserendo numerosi flash back.

Questo crea un intreccio ed un ritmo narrativo che finiscono per coinvolgere sempre di più lo spettatore.

Conclusioni

Consiglio quindi vivamente la visione di questa pellicola dal gusto splatter che vi lascerà sicuramente a bocca aperta. Il più irriverente “anti-eroe” di tutti i tempi vi aspetta al cinema!

PRO

  • La comicità beffarda del protagonista rende il film avvincente;
  • Le numerose scene d’azione coinvolgono continuamente lo spettatore;
  • La narrazione particolare e dettagliata crea una forte immedesimazione.

CONTRO

  • La trama nel complesso risulta essere un po’ banale;
  • Le battute del protagonista a volte sono troppo scurrili.

Voto

8/10

Per vedere il trailer ufficiale del film cliccate qui

Irene Sciamanna

La passione per il cinema e la lettura mi hanno accompagnata fin dalla tenera età regalandomi forti emozioni e aiutandomi nel percorso di crescita emotiva e personale.