Dark Souls 3 – Guida alle Mura del Castello di Lothric

Dall’Altare del Vincolo a Vordt della Valle Boreale. Ecco la seconda parte della nostra guida per Dark Souls 3.

Dopo aver sconfitto il nostro primo boss possiamo spostarci verso la seconda parte della nostra guida:  esploreremo la zona adibita a “campo base” della nostra avventura, ci addentreremo nelle Mura del Casello di Lothric, eviteremo un Drago sputafuoco, ed affrontremo un boss congelante!

L’Altare del Vincolo

L’Altare del Vincolo è l’area hub di Dark Souls 3.

Qui potrete salire di livello, acquistare nuovi oggetti, potenziare il vostro equipaggiamento. Inoltre tutti i NPC che incontrerete durante il gioco si riuniranno qui, per fornirvi i loro preziosi servigi.

altare del vincolo
Altare del Vincolo

Tutto ciò che dovete fare è parlare con gli npc presenti:

  1. La Guardiana del fuoco, a centro sala, vicino la brace, vi permetterà di salire di livello;
  2. Voltandovi  a destra da dove siete venuti, noterete in alto sulle scale un guerriero seduto. Parlateci per ottenere gesti;
  3. Sempre sulla destra, seguendo il corridoio che parte dalla sala centrale, incontrerete l’Ancella, che sarà il vostro mercante di fiducia. Portandole le Ceneri speciali che troverete durante la vostra avventura, sbloccherà nuovi oggetti e chiavi. In questo momento del gioco, ad esempio, vi potrà vendere la Chiave della Torre per 20.000 anime;
  4. In fondo al corridoio dell’ancella noterete il Fabbro, dal quale potrete potenziare armi e fiaschette Estus in cambio di oggetti particolari.
  5. Tornando nella sala centrale noterete diversi troni, su uno di essi, a sinistra, troverete Ludleth di Courland. Tornate da lui dopo aver sconfitto il boss facoltativo Granbosco la Foresta Maledetta, per poter convertire le anime dei boss in armi.

Dopo aver parlato con tutti gli NPC, interagite con la brace per attivare il falò.

Prima di spostarvi nella nuova a rea di gioco, lasciandovi il falò di spalle, salite sulla scala verso sinistra ed uscite all’aperto.

A sinistra noterete una porta di una cella chiusa, occorre la Chiave della Torre per aprirla. Andate invece verso destra e lasciatevi cadere dove noterete delle bare sotto di voi. Proseguite lungo la strada, sulla destra, ed eliminate i due nemici seduti. Proseguite ancora per trovare un altro nemico più forte dei precedenti.

Potete eliminarlo ora, cercando di farlo cadere nel precipizio e poi recuperando dopo gli oggetti se non siete abbastanza forti, oppure decidere di tornare da lui in un secondo momento.

A questo punto tornate al falò per viaggiare fino la prossima area: le Mura del Castello di Lothric.

Mura del Castello di Lothric

Mura del castello di Lothric
Mura del castello di Lothric

Aprite la porta di fronte a voi e scendete le scale per accendere il falò delle Mura.

Noterete due rampe di scale che scendono, una sulla sinistra ed una davanti a voi, sulla destra.

Prendendo le scale sulla destra – occhio all’arciere posizionato in alto sulle scale, potete eliminarlo calandovi dal pezzo di mura distrutto –  vi ritroverete in un’area  senza via di uscite.

Nel corridoio ci sono 2 cani da eliminare, di fronte a voi, sulle scale che salgono sulla torre, un nemico, ed un altro sulle scale che scendono sulla sinistra.

Prendendo le scale a sinistra noterete una porta chiusa che conduce ad un ascensore. La sbloccherete più avanti nel gioco.

Tornate ora al falò, ripercorrendo i vostri passi, e riposate se necessario.

Scendete le scale sulla sinistra. Qui ci sono 3 nemici che vi attaccaranno: uno nello spazio sulla destra, uno sulla sinistra, appoggiato ad un muro ed uno sulle scale che scendono in un’area chiusa. Quest’ultimo ha una lanterna per chiamare a raccolta altri nemici, perciò eliminate prima il nemico sulla destra, poi il secondo sulla sinistra ed infine quello con la campana.

Ora salite le scale sulla sinistra, quelle che conducono sulla torre con il drago morto, eliminate il nemico con la campana ed osservate la coda del drago per vedere un passaggio nascosto.

Lasciatevi cadere e recuperate l’oggetto.

Vi ritroverete in una stanza con tre nemici: uno in piedi di fronte a voi, uno seduto ed uno nascosto a sinistra.

Eliminateli e scendete le scale – la scala a sinistra vi riporta dove avete eliminato il nemico con lanterna, vicino il viso del drago.

Proseguite ed uscite dalla porta a sinistra. Eliminate l’arciere e poi colpite il nemico con lancia e scudo.

Ora fate molta attenzione: in alto noterete un simpatico drago pronto a colpirvi con il suo respiro infuocato.

Dark Souls 3 guida drago
Effettivamente è simpatico.

Aspettate che lanci il suo attacco, e che elimini tutti i nemici, e corrette nel corridoio in basso sulla desta – NOTA al momento salire le scale sulla sinistra è inutile, poiché nell’area troverete solo una porta chiusa e sarà difficile sopravvivere al respiro infuocato .

Salite le scale e fate attenzione al cavaliere che spunterà dalla struttura sulla destra: per eliminarlo agevolmente potete aggrarlo e sfruttare la vampata del drago.

Una volta eliminato il cavaliere, andate prima a sinistra, verso la cella. Uccidete il nemico seduto sulla sinistra, ed entrate nella porta.

Scendete le scale e sulla sinistra noterete un baule. ATTENZIONE! Si tratta di un Mimic, molto potente per il vostro attuale livello! Decidete se eliminarlo adesso o ritornare in un secondo momento.

Dark Souls 3 guida Mimic
Occhio al Mimic!

Salendo la scalinata potrete sbloccare la porta che conduce sotto la testa drago.

Adesso tornate  verso la porta dalla quale è uscito il cavaliere, ed eliminate il nemico sulla sinistra nascosto tra le casse. Salite le scale sulla sinistra ed accendete il falò della Torre sulle Mura.

Scendete nuovamente le scale, e continuate a scendere. Nella nuova area eliminate i due nemici e fatevi un giro per notare una porta chiusa, un varco che conduce alla prossima area, e delle scale che scendono.

Memorizzate la posizione delle scale che scendono, vi serviranno in un secondo momento.

Prendete quindi il varco aperto, ed attenzione ai nemici che vi tenderanno un agguato, vicino i due inoffensivi inginocchiati.

Colpite subito quello a destra che si arrampica sulle mura, e poi il secondo che sale le scale di fronte a voi.

Scendete le scale, e sulla sinistra, sui tetti, in mezzo ai mostri in adorazione, uno è aggressivo. Si alzerà e subirà una trasformazione, quindi eliminatelo prima che avvenga.

Sulla parte più bassa dei tetti noterete un mostriciattolo di cristallo azzurro, che non appena vi vedrà tenterà la fuga. Eliminatelo assolutamente. Questi piccoli esserini,  che troverete durante il vostro pellegrinaggio, dropperanno oggetti davvero utili.

Proseguite verso sinistra per notare una scala di legno. Facendo attenzione all’arciere che vi punterà, scendete.

Eliminate l’arciere e fate attenzione al secondo situato sulla sinistra: quando vi avvicinerete subirete un agguato da altri due nemici. Noterete una scala sulla destra, per ora lasciatela perdere.
Tornando presso la scala di legno vedrete una porta ad arco che conduce verso una zona al chiuso ed un’area a destra. Affacciandovi a destra vedrete una piazza ed un grosso nemico panzone di ronda.

nemico guida
Nemico panzone in vista!

Per ora entrate nella porta ad arco a sinistra della scala di legno, e svoltate subito a sinistra.

Eliminate velocemente il nemico con la lanterna, evitando le frecce dell’arciere posizionato sopra la scala. Oltre la porta dietro l’arciere, subito sulla destra, c’è un altro nemico.

Tornate indietro ed eliminate l’avversario nascosto dietro le urne.
Uscite da questa saletta, e sulla sinistra noterete un cavaliere armato di lancia e scudo. Fatelo fuori senza pietà osservando i suoi movimenti e le sue combo, poi proseguite nel corridoio.

Subito a sinistra, sotto l’arcata, c’è un nemico. Eliminatelo, raccogliete l’oggetto e proseguite lungo  il corridoio.

Sulla destra c’è un “passaggio segreto” bloccato da alcune casse. In fondo al passaggio troverete un forziere con lo Scudo dell’Aquila.

Vi ritroverete ora  in un’area piena di nemici. Aggrateli uno alla volta per eliminarli con facilità, e poi scendete.

Esaminate bene questa area, poiché troverete due oggetti molto utili: una Scheggia di Estus e la Chiave della Cella .

Vi ricordate le scale che portano verso il basso, nella torre dove è presente il falò della Torre sulle Mura?

Molto bene: tornate nell’area e scendete le scale per poter utilizzare la chiave e liberare così il ladro Greirat. Parlateci e dopo aver accettato quanto vi chiede, si trasporterà all’Altare del Vincolo.

ladro Greirat
ladro Greirat

Ora non ci resta che proseguire, tornando verso la piazza con il nemico panzone.

Scegliete se attaccarlo dall’alto, oppure se scendere la scala dove avete subito l’agguato ( da qui potete anche evitarlo agilmente).

In ogni caso passate dalla piazza, ed una volta usciti e svoltate a destra destra. Occhio all’arciere sulle scale ed al nemico seduto a sinistra. Eliminateli e salite.

In questa area c’è un solo nemico, ma ATTENZIONE! Non appena lo avvicinerete subirete un pesante agguato, quindi arretrate per eliminare i nemici uno alla volta.

Sbloccate ora l’ascensore, che vi fornirà un’utile short cut verso il falò delle Mura del Castello – vi ricordate la prima area che avete visitato, quella del corridoio con i cani? Vi ritroverete esattamente lì.

Un consiglio: poiché questa scorciatoia può essere utile nel caso non riuscite ad eliminare il secondo boss del gioco al primo colpo, ricordatevi di lasciarla sempre in alto, per evitare di subire attacchi dai nemici muniti di ascia mentre attendete che l’ascensore salga. Per farlo, vi basterà scendere dall’ascensore, risalirci per “cliccare” il tasto di partenza e riscendere velocemente.

Siamo quasi arrivati al secondo boss del gioco, Vordt della Valle Boreale.

Dall’ascensore scendete di nuovo le scale e proseguite. Osservando l’area noterete dei cavalieri che pattugliano le scale che salgono a sinistra.

 

Cavalieri
Cavalieri

Aggrateli uno alla volta ed eliminateli, per poi entrare nella struttura. Parlate con la donna seduta che vi darà  Piccola Bandiera di Lothric e la Via Blu, necessaria per il Patto della Via Blu.
Ora non ci resta che scendere la scalinata ed eliminare i due nemici armati di lancia e scudo per poter proseguire verso Vordt.

patto della via blu

Vordt della Valle Boreale

Subito dopo aver toccato la “porta” chiusa ci sarà una breve scena di intermezzo.

Vordt non è un nemico ostico, ma la sua abilità congelante può dare qualche problema, poiché al momento non possediamo alcun oggetto che possa alzare le nostre difese dal gelo. Perciò attenzione ai suoi attacchi!

Anche lo scontro con Vordt della Valle Boreale sarà diviso in due fasi principali.

Nella prima il boss non si muoverà molto, e cercherà di colpirvi con la sua pesante mazza e , nel caso in cui dovesse colpirvi, subirete un attacco congelante. Per evitarlo vi basterà stargli sotto o alle spalle, attaccandolo senza alcuna pietà. Alcune volte Vordt tenterà un attacco con il pugno sinistro, ed altre volte farà un piccolo balzo all’indietro per allontanarvi. Stategli sempre sotto ed i suoi attacchi andranno a vuoto.

La seconda fase comincerà non appena Vordt si fermerà, emettendo un terribile ruggito.

Ora il gioco si fa più difficile.

Gli attacchi combo seguiranno per lo più lo stesso schema:

  • Vordt si allontanerà da voi ed eseguirà tre cariche in avanti;
  • Vordt si allontanerà da voi, eseguirà un attacco caricato in salto con la pesante mazza, seguito da una combo di attacchi, una delle quali potrebbe schiacciarvi e congelarvi;
  • Alla fine di una delle due sequenze Vodt si fermerà ed attaccherà con un’alitata congelante.

Studiate le combinazioni, e cercate di schivare per trovarvi alle spalle del nemico dove vi sarà facile attaccarlo.

Per arrecare più danno, potete incendiare la vostra arma con della resina.

Guardate il Video per maggiori dettagli!!!

Dark Souls GUIDE

  • Dark Souls 3: Guida alle classi e ai doni sepolcraliQUI;
  • Dark Souls 3: Il cimitero della cenereQUI.

Alla prossima GUIDA!!!

Michela Mirra

Laureata in marketing, da sempre appassionata di videogiochi, manga, anime, fumetti e cinema. Ama gli horror e la fantascienza, e quando può si diletta con disegno e lettura."Coloro che sognano ad occhi aperti sanno molte più cose che sfuggono a quelli che sognano solo di notte." Poe