Dark Souls 3 – guida alle Schegge Estus

Ogni giocatore dei Souls sa che nel feroce mondo che sta affrontando avrà sempre una preziosa alleata: la fiaschetta Estus.

All’inizio della vostra avventura avrete a disposizione un basso utilizzo di queste preziosissime fiaschette, ma potrete aumentarne gli usi trovando le Schegge Estus sparse nelle diverse aree di gioco.

In totale ci sono 11 schegge da trovare e portare al Fabbro all’altare del vincolo. Dal fabbro potrete, inoltre, assegnare le fiaschette, ovvero decidere se utilizzarle per recuperare PV o PM a seconda delle vostre necessità di gioco.

Dopo aver consegnato le schegge al Fabbro, potrete riempire gli essenziali contenitori presso il falò.

Veniamo al dunque: dove troviamo le Schegge Estus?

#1 Altare del Vincolo

Acquistate dall’ancella la chiave della torre per 20.000 anime.

Salite le scale dell’altare a sinistra per raggiungere tre archi che conducono all’esterno. Salite a sinistra e sbloccate la cella.

Percorrete la scala a chiocciola e, una volta raggiunto il ponte, calatevi sui tetti a sinistra. Continuate verso sinistra fino a notare una piattaforma in basso e scendete.

Entrate nell’apertura sulla destra e percorrette gli archi fino a raggiungere il cadavere con la scheggia.

#2 Mura del castello di Lothric

Dal falò della torre, scendete ed entrate nella struttura. Raggiungete l’arco in basso che vi condurrà all’esterno, sui tetti, e scendete la scaletta di legno posta in fondo sulla destra. Alla sinistra del vostro pg c’è un’apertura: entrate facendo attenzione al cavaliere, e proseguite lungo la strada obbligatoria fino a raggiungere una scalinata che conduce ad un’ampia sala nella quale saranno presenti molti nemici.

La scheggia si trova nella sala su un tavolo.

#3 Insediamento dei non morti

Recatevi al falò dell’Insediamento, e proseguite verso la casa sulla destra. Entrate, facendo attenzione ai due nemici che vi attaccheranno, e proseguite sulla sinistra verso il balcone.
In basso vedrete la piazza con l’albero in fiamme. Osservate bene per scorgere l’Evangelista vicino l’albero: ai suoi piedi c’è la terza scheggia!

#4 Strada dei sacrifici

Destinazione: falò del bosco dei crocefissi.

Dalla vostra posizione scorgerete una struttura di fronte a voi. Avanzate verso di essa, fino a raggiungere un corridoio incastrato tra roccia a sinistra ed edificio sulla destra. Proseguite fino alla fine della strada e calatevi di sotto per atterrare sulla quarta scheggia.

#5 Cattedrale della Profondità

Falò della Cappella di Purificazione.

Uscite dalla cappella e salite la piccola scala a destra verso i nemici in adorazione della colonna.
Eliminateli e raccogliete la scheggia vicino la base della colonna!

#6 Forte Farron

Dal falò del Forte di Farron proseguite verso le Paludi Velenose.

Correte dritto avanti a voi, per poi deviare leggermente a sinistra quando scorgerete un ponte crollato.
Passate sotto l’arco e noterete la luminosa scheggia.

#7 Catacombe di Carthus

Dal falò di Wolnir tornate verso il ponte sospeso: colpitelo ed usatelo come scala per scendere.

Scendete lungo il pendio ed entrate nella stanza del Demone. Raggiungete il lato opposto della sala ed entrate nel corridoio.

Svoltate subito a destra per trovare un altro falò e proseguite per raggiungere un lago sotterraneo.

Proseguite verso destra, quando vedrete il primo grosso albero sulla sinistra prendetelo come riferimento ed attraversate il lago fino a raggiungere una zona in mattone, facendo attenzione alle lance che vi saranno scagliate contro.

Nella zona in mattone attendete che la lancia nemica distrugga il pavimento per trovarvi di sotto.

Proseguite verso destra, in fondo svoltate a sinistra e accendete il falò.

In questa sala c’è un corridoio segreto: colpite il muro circondato dall’arco in fondo a sinistra. Prendete il corridoio e svoltate alla prima a sinistra per raggiungere l’agognata scheggia.

#8 Prigione di Irithyll

Dal falò della prigione andate dritto, poi svoltate a destra e attraversate il ponte a sinistra – attenzione alle carceriere! Alla fine del ponte svoltate  a destra, poi entrate nella cella aperta a sinistra.

Attraversate le mura crollate fra le celle, sbloccate il cancello, scendete sulla piattaforma in basso e proseguite a sinistra. Scendete verso il basso lungo la scala – occhio ai 3 nemici – ed entrate nell’edificio.

A destra c’è un forziere che non è un forziere!

Eliminate il mimic per ricevere la scheggia.

#9 Anor Londo

Dal Falò di Anor Londo salite la scala e proseguite sotto l’arco a sinistra.  Entrate nella struttura a destra e proseguite lungo le scale – la via è unica – fino a trovarvi nella navata destra della struttura.

In basso a destra noterete un forziere, all’interno ci sarà la scheggia!

#10 Castello di Lotrhic

Dal falò della danzatrice della valle boreale salite la scala in legno. Svoltate a sinistra e proseguite fino al pesante guerriero che protegge un ascensore.

Prendete quest’ultima e, a metà corsa, noterete una piattaforma. Questa è la vostra fermata: a destra scorgerete la Scheggia.

#11 Archivi

Falò degli archivi: prendete la scala a sinistra, e proseguite fino all’ascensore. Salite, proseguite a destra, poi salite le scale subito a sinistra.

Continuate a sinistra per raggiungere i tetti, prendete la scalinata e prima della seconda proseguite verso destra fino a raggiungere un arco. Passateci sotto e continuate lungo il tetto rosso per raggiungere la penultima scheggia!

Altre guide per Dark Souls 3

  • Dark Souls 3: Guida a classi e doni sepolcrali – QUI
  • Dark Souls 3: NPC e Quest secondarie – QUI
  • Dark Souls 3: Il Cimitero della Cenere – QUI
  • Dark Souls 3: Mura del Castello di Lothric – QUI 
  • Dark Souls 3: Insediamento dei Non Morti – QUI 
  • Dark Souls 3: La Strada dei Sacrifici – QUI
  • Dark Souls 3: La Cattedrale della Profondità – QUI

Michela Mirra

Laureata in marketing, da sempre appassionata di videogiochi, manga, anime, fumetti e cinema. Ama gli horror e la fantascienza, e quando può si diletta con disegno e lettura."Coloro che sognano ad occhi aperti sanno molte più cose che sfuggono a quelli che sognano solo di notte." Poe