Cosa bolle in pentola? – Parte Uno

Ogni nuovo anno il mondo videoludico ci propone nuovi, affascinanti, titoli che aspettiamo con ansia, pronti ad essere divorati al day one: cadenze annuali, serie affermate o annunci esplosivi smuovono da sempre l’interesse dei giocatori, molti tuttavia sono progetti lanciati molto addietro, con alle spalle anni di lavorazione e la dedizione di centinaia, a volte migliaia, di addetti ai lavori.
Abbiamo quindi deciso di elencare su cosa stanno lavorando le più grosse software house del pianeta, sottolineando che le fonti dalle quali abbiamo preso spunto sono rumors e vanno trattati come tali.
Enjoy!

Bethesda 

 

Per certo lo studio sussidiario di Bethesda, Arkane Studios, è pronta a lanciare sul mercato il reboot di Prey il prossimo 5 Maggio, mentre Todd Howard ha confermato che The Elders Scroll 6 è in sviluppo ma ci vorrà “molto tempo” prima di poterlo giocare, visti i tempi di sviluppo dei precedenti capitoli probabilmente questo non avverrà prima del 2019.

Ma insieme al nuovo capitolo della saga di Tamriel, il game director si è sbilanciato affermando che Bethesda è al lavoro su altri due progetti, del quale però non sono emerse notizie se non dalle sue parole, che lo stesso definisce “grandi e folli”.

Che sia una nuova proprietà intellettuale? Per il momento nessuno si è sbilanciato per poterlo dire, ma solitamente la qualità dei prodotti Bethesda non delude.

 

Rockstar

La società dei fratelli Houser ha recentemente fatto esplodere l’hype generale con il trailer di Red Dead Redemption 2, che sarà disponibile negli scaffali a partire da questo autunno per solo console, saggia mossa fatta anche con GTA V che ha permesso allo studio di massimizzare poi le vendite anche su PC, uscito circa l’anno successivo.
E il nuovo GTA? È sempre molto difficile scoprire qualcosa dalla grande R, le informazioni sono tenute a compartimento stagno finché la società non decide di renderle note, eppure qualcosina è emerso nelle maglie del web. Parrebbe infatti che a New York stiano pensando di spostare  il setting della famosissima saga criminale fuori dagli Stati Uniti per la prima volta dopo quel GTA: London del lontano 1995.

Si vocifera di Rio, la stessa Londra o un esotica Tokyo dove sviluppare il sesto capitolo, ma al momento sono solo voci, Ipotesi di uscita? Ottobre 2018.
Anche GTA V sembra avere un suo futuro, un insider infatti, tale Yan2295, ha svelato che secondo lui il vociferato DLC single player sarebbe tornato in sviluppo e uscirebbe dopo il lancio di RDR 2, fantasia? Chissà!

 

CD Projekt Red

Dopo aver fatto breccia nei cuori di tutti i giocatori con The Witcher 3, lo studio polacco ha deciso di chiudere la saga dello strigo e di cimentarsi in nuovi progetti, certamente quello più clamore è Cyberpunk 2077, di cui fino a oggi abbiamo visto solo un teaser nel lontano 2013, tuttavia recentemente le acque si sono mosse e diverse fonti citano come possibile data d’uscita il tardo 2017, di certo a questo E3 sarà alzato il velo.


Dalla Polonia fanno anche sapere che lo studio è al lavoro su un altro progetto, qualcosa che non dovrebbe riguardare il gioco di ruolo e che dovrebbe uscire tra il 2018 e il 2021 con un interesse più marcato al multiplayer, ipotesi supportata anche dal rinnovato interesse dello studio ad espandere le funzionalità di GOG, lo store di digital delivery di loro proprietà.
Fino ad allora possiamo comunque gustarci l’ottimo Gwent, prodotto stand-alone del felice minigioco di The Witcher 3, attualmente negli ultimi stadi della Closed Beta.

 

Activison – Blizzard

Basterebbe dire Overwatch per riassumere gran parte delle prossime prospettive della Blizzard, che da sempre accomuna uscite mirate, alle quali fornisce un immenso supporto, ad una qualità superlativa. Eventi speciali, nuovi personaggi, patch di bilanciamento e nuovi contenuti infiammeranno le arene di tutto il mondo per gli anni a venire, ma la software house non dimentica i suoi fasti passati e l’uscita dell’ennesima espansione per World of Warcraft sta a dimostrare che il brand è ancora nelle menti degli sviluppatori. Jeremy Feasel, game designer del famoso MMORPG ha infatti detto all’epoca dell’uscita di Legion “Con WoW abbiamo capito che non abbiamo interesse a smettere di giocare e di conseguenza non abbiamo intenzione di smettere di svilupparlo. E da quello che posso dirvi stiamo ancora andando forte.”, e siamo certi lo stesso valga per Diablo 3.
Dal lato Activison abbiamo recentemente avuto l’annuncio che la trilogia di Crash Bandicoot sarà rimasterizzata e venduta singolarmente quest’anno, presumibilmente l’annuncio ufficiale dell’uscita arriverà all’E3, e la stesso destino dovrebbe toccare a Destiny 2, con il forte sospetto che vedrà la luce anche su PC.


Sul fronte della saga annuale di Call of Duty, Sledgehammer Games è già al lavoro sul nuovo titolo, anch’esso previsto per l’anno corrente, di cui si vocifera che il titolo possa essere “Modern Warfare 4” un ritorno ai fasti passati dopo le reazioni tiepide alle ultime due uscite.

 

Microsoft

Quest’anno potrebbe essere un crocevia importantissimo per il marchio Xbox, oramai impossibilitata a colmare il gap con la rivale di Sony , il tutto per tutto passerà per ciò che saprà rendere la prossima versione della console: Project Scorpio. In molti hanno già previsto nefaste conseguenze se il prezzo di lancio sarà superiore a quello di PS4 Pro tuttavia se davvero la console saprà segnare un solco prestazionale appare difficile scende a compromessi, comunque il Capo del settore Xbox Phil Spencer ha parlato del periodo di festività come data di lancio, facendo convergere gli indizi sul prossimo natale .
E sono altri dubbi che aleggiano intorno alla casa di Redmond, il fronte esclusive infatti ha subito un durissimo colpo con la decisione di Microsoft di cancellare Scalebound, action rpg di Platinum Games diretto da Kamiya, che attraeva l’interesse generale del pubblico e rappresentava una possibile riscossa sul piano vendite.


All’appello quindi rimangono Halo Wars 2, seguito dello strategico uscito nel 2009, curato dalla Creative Assembly famosa per la serie Total War, che farà capolino nei negozi il 21 Febbraio. Rare invece si sta cimentando sul Action-Adventure open world Sea of Thieves, mentre a fine anno dovrebbe arrivare il terzo capitolo di Crackdown che promette grande libertà a interazione ambientale e un rinnovato comparto grafico.

E potrebbe essere l’anno buono anche per il misterioso e osannato Cuphead, shoot’em up indie dalle grandissime potenzialità previsto per la metà del 2017.

Infine anche la seconda metà dell’anno dovrebbe vedere il seguito del survival State of Decay.

 

 

E Ubisoft, EA, Bioware, Sony? State sintonizzati per la seconda parte, in arrivo la settimana prossima su Roba da Nerd!

LordStriker

Uomo di mondo nato alla fine degli anni 80, annovera tra i suoi interessi viaggiare, storia rinascimentale, cinema e boardgame, ma la vera passione è quella per i videogiochi. Iniziata sulle polverose tastiere di un Amiga A500 prosegue indisturbata da allora, bruciando neuroni in quantità industriale e regalando miriadi sogni ad occhi aperti