CD Project RED: sempre più alte ambizioni

Molto tempo è passato da lontano ottobre 2007 quando la pressoché neonata software house polacca CD Project RED presentò, quasi timidamente, “The Witcher”, titolo acclamato dalla critica che divenne loro trampolino di lancio verso un successo senza pari ed una fidelizzazione incondizionata da parte dei propri utenti.

Titolo dopo titolo, anno dopo anno, una delle ormai punte di diamante dell’industria videoludica contava nella propria sede centrale di Cracovia non più di trenta impiegati; trenta impiegati che hanno creato il colosso di The Witcher: Wild Hunt.

Ebbene, la piccola grande famiglia di quei trenta ragazzi e ragazze ha aperto i battenti aumentando il numero di assunzioni ad una previsione che si aggira tra le 60 e tra le 90 unità ed i loro partner stanno facendo lo stesso.

In particolare, la ricerca di un programmatore abile nella gestione della fisica dei veicoli volanti getta altra benzina sul fuoco delle aspettative di Cyberpunk 2077, il super atteso titolo che si vocifera potrebbe giungere, seppur improbabilmente, a fine 2017.
Dalle dichiarizioni dei producers, infatti, Cyberpunk 2077 si propone di superare la perla dell’ultimo capitolo della saga dello strigo in termini di dimensioni, tecniche di sviluppo e contenuti di gioco, rendendolo di fatto uno dei titoli più attesi in assoluto fino al giorno del suo futuro rilascio.

In attesa di altre novità sul titolo e sui ragazzi della software house, vi invitiamo a vedere lo splendido trailer con il quale Cyberpunk 2077 si è svelato al pubblico nel 2013!