Arkham Legacy: parliamo di un interessante progetto narrativo

“Chiunque dica che abbiamo una sola vita per vivere non ha ancora imparato a leggere un libro.” (Anonimo)

Chi ama leggere non potrà non ritrovarsi in questa citazione.
La lettura ha un potere straordinario, quello di trasportarci in altre ere, differenti mondi, diverse realtà.
Un libro – un buon libro – ci accresce, ci aiuta a comprendere, a sognare, a viaggiare con la mente.

Siamo sicuri che questo sia il pensiero condiviso da Ivan Braidi e Marco Mancini, due ragazzi che, con la loro passione ed il loro impegno, stanno plasmando un progetto interessante ed ambizioso.
Parliamo di Arkham Legacyuna collana di libri che è in realtà un concetto molto più ampio.

Ivan e Marco definiscono come “Metalibri” la loro collezione, di cui il primo volume “Soli nelle tenebre” è attualmente in stesura.

Per comprendere meglio il significato di metalibro secondo i due autori, non possiamo che citare le loro stesse parole.

Il metalibro non è un libro come tanti.
Indubbiamente, la differenza consiste in un valore aggiunto, non certo in una riduzione.
(…)Il significato che gli riconosciamo, attribuendolo alla parola libro, è quello di «andare oltre».
Quindi, il metalibro si spinge oltre i confini stabiliti dal libro, divenendo esso stesso qualcosa di molto di più di un libro. (…)

Dunque, che cos’è allora il metalibro?
E’ quel libro che continua a viaggiare di bocca in bocca, evolvendosi del pensiero di tutti coloro che, in un modo o nell’altro, ne sono venuti in contatto e, inequivocabilmente, ne sono entrati a far parte.(…)

Concludendo, possiamo sintetizzare dicendo che per noi il concetto di metalibro riassume e unisce quelli di romanzo, librogame e saggio, dando vita ad un libro certamente più complesso

Cosa è dunque Arkham Legacy?

Vi è mai capitato di avere fra le mani un librogame?
Quei libri la cui storia si plasmava attraverso le scelte che noi lettori prendevamo.
Arkham Legacy nasce quale librogame, ma osa di più, supera il concetto.

Non parliamo di libri adolescenziali che, per quanto affascinanti ed importanti siano per la crescita dell’individuo. Hanno contenuti idonei alla fascia d’età indicata.
Ivan e Marco creano un mondo complesso frutto di studi approfonditi, ricerche e sete di conoscenza.
E non si fermano qui.

Loro stessi indicano “Soli, nelle tenebre” quale libro in cui “mistero, avventura e perturbanti atmosfere lovecraftiane si intrecciano con filosofia, alchimia e pressanti riflessioni introspettive” .

Gli autori fanno riferimento ad un importante concetto, che definiscono unico parametro della narrazione: la Ragione.
Nelle dinamiche del metalibro, molto spazio sarà lasciato al lettore.
Sarà egli stesso in grado di plasmare la sua storia, in base alle scelte che la propria Ragione gli consiglierà di fare.

Copertina di Arkham Legacy, "Soli, nelle tenebre" (di Pat Carbajal)
Copertina di Arkham Legacy, “Soli, nelle tenebre” (di Pat Carbajal)

Per concludere

Il progetto di Ivan e Marco ci ha incuriosito ed appassionato.
Una collana di libri che supera le barriere della scrittura e vola alto, non può che stimolare l’immaginazione e la mente dei più attenti.
Non ci resta che attendere pazientemente l’uscita del primo volume!

Per tutte le informazioni su Arkham Legacy potete visitare la pagina ufficiale

Michela Mirra

Laureata in marketing, da sempre appassionata di videogiochi, manga, anime, fumetti e cinema. Ama gli horror e la fantascienza, e quando può si diletta con disegno e lettura."Coloro che sognano ad occhi aperti sanno molte più cose che sfuggono a quelli che sognano solo di notte." Poe