Anteprima Ps3/Xbox 360 – Lightning Returns Final Fantasy XIII

Lightning Returns: Final Fantasy XIII

 

La terza e ultima avventra nel mondo di FF XIII sta per arrivare finalmente nei negozi. Con la data d’uscita fissata al 14 febbraio, il gioco promette un epilogo definitivo e soddisfacente per le vicende di Lightning.

 

original_jpg_960x540_crop_upscale_q85Circa 500 anni dopo gli avvenimenti narrati in FF XIII-2, il dio Bhunivelze risveglia la nostra eroina, nelle lontane isole di Nova Chrysalia. Con il il Caos che ormai sta inghiottendo tutto,  e con la promessa del dio di resuscitare nostra sorella Serah, avremo 13 giorni per trovare il modo di salvare il mondo, altrimenti esso verrà inghiottito come successo già a Gran Pulse. La soluzione a questo disastro consiste nel riuscire a trasportare le anime in un’altra dimensione prima che sia troppo tardi. Lightning, secondo la profezia, è la “liberatrice” che salverà l’umanità dalla fine inevitabile.

La nostra protagonista sarà ostacolata da un’organizzazione di fanatici cultori di Bhunivelze, l’Ordine,  oltre che dallo stesso Noel Kreiss, noto personaggio di FF XIII-2. Sebbene i cultisti ignorino la vera identità di Lightning, faranno di tutto per portarla allo scoperto, arrivando a commettere degli omicidi completamente ingiustificati. Arrivata nella città di Luxerion, infatti, la protagonista vede davanti a sé il corpo senza vita di una ragazza, e inizia ad indagare sull’omicidio commesso. Aiutata da Hope, Lightnng sa che la sua missione sarà tutt’altro che semplice.

 

lightning-returns-final-fantasyiii-wallpaper

L’incipit della trama è questo e c’è da dire che, seppure il contesto dell’avventura sia stavolta più “concentrato” in termini di trama, Square-Enix sembra aver trovato la conclusione perfetta per la storia partita con FF XIII.  Il focus sarà tutto su Lightning, personaggio che, soprattutto in Giappone, è stato apprezzato tantissimo dai fan della serie ma che al contrario, per una non inconsistente quantità di giocatori, è risultato vuoto e anonimo. La scommessa della casa madre di Final Fantasy è ancora una volta su di lei, che combatte col destino praticamente da sempre e che potrà essere l’ancora di salvezza della razza umana oppure la scure che la annienterà per sempre. Vediamo, perciò, di capire cosa aspettarci raccogliendo in breve ciò che finora è stato diffuso del gioco.

lightning_Returns_thumb1 Light-Returns-Fall-2013

Con ogni nostra mossa, che influenzerà direttamente il tempo rimanente al collasso totale del mondo, faremo sì che l’ambiente intorno a noi cambi e si evolva secondo le nostre scelte. Potremo perciò decidere di aiutare certi individui piuttosto che altri, ritardando o avvicinando la fine di alcuni lassi di tempo più o meno lunghi. Di base Square promette una cinquantina di ore di durata totale, facendo corrispondere a ogni giorno in-game circa 3 ore di gioco. Il conto alla rovescia scorrerà inesorabilmente davanti ai vostri occhi, ma sarà bloccato ogniqualvolta interagirete con NPC, vedrete eventi o accederete al menu’ di gioco.

 

8f7c4b90d235de9a3701da13474b0897-noscalePer quanto riguarda il gameplay troviamo ancora il sistema ATB che ha accompagnato i due precedenti capitoli, rivisto però in un’ottica decisamente più action che permetterà all’eroina non solo di arrampicarsi, nascondersi, spostarsi su diversi livelli di altezza e parare i colpi al momento giusto, ma anche di fruire di spazi molto più estesi che in passato in modo da conferire più libertà possibile ai nostri combattimenti. Le azioni della protagonista saranno eseguite immediatamente alla pressione del tasto e non “impartite” come avveniva in passato, risultando in quello che dovrebbe essere un evolversi frenetico e appagante dello scontro misto a tattiche GDR classiche. Non ci sarà un Party come da tradizione Final Fantasy, controlleremo solo ed esclusivamente Lightning, con la possibilità di adattarla ad ogni situazione attraverso una chicca “storica” della serie, ovvero una sorta di Job System.

51

Come succede per Final Fantasy III, IV e per il recente Bravely Default, Lightning Returns conterà infatti su un vasto “guardaroba” della protagonista, grazie al quale potremo cambiare, stavolta in tempo reale, le abilità dell’eroina nonché i suoi vestiti. Light potrà diventare, quindi, un’ottima guaritrice piuttosto che un agile guerriera, il tutto spaziando tra una quantità di “Jobs” che, almeno per ciò che è stato mostrato, sembra davvero impressionante. Questa feature dovrebbe finalmente rendere vasto e vario il sistema di combattimento del terzo episodio di FF XIII, e dalle demo mostrate pare effettivamente riuscire nell’impresa.

Questa scelta di Square sembra derivare direttamente dalle critiche mosse soprattutto al primo gioco, in cui la maggior parte delle volte basta premere a ripetizione X per impartire gli ordini consigliati alla propia squadra senza di fatto dover fare altro se non “controllare” l’andamento della battaglia.

 

LIGHTNING_RETURNS_FFXIII_Sept_13_B lightning_returns_ffxiii_sept_xiv_0

L’impostazione adottata, inoltre, è pensata per più di una Run, dato che Light ricomincerà con tutti gli oggetti e le abilità della partita precedente in modo tale da permettere di  percorrere tutte le strade possibili senza dover ricominciare del tutto.

 

Di seguito l’elenco dei Costumi di Lightning:

  •  Ambivalence: l’outfit predefinito di Lightning.
  •  Musa dark: è composto da uno scudo nero, pantaloni a campana e una spada più corta dell’originale.
  • Riflesso di sabbia: è descritto come “simile all’armatura di un samurai” e conferisce l’abilità di parare e schivare gli attacchi.
  • Angelo nero: costume che incrementa i parametri magici pur garantendo la             massima libertà di movimento in battaglia.
  • Mi’qote: Costume da gatta con tanto di orecchie, coda e minigonna.
  • Mago Nero: visto nei trailer con il nome “Magician’s Suit”
  • Rubacuori (Heart Stealer): mostrato per la prima volta all’ E3 2013 e nella rivista “V Jump” (20/08/2013).È particolarmente indicato per l’esecuzione di schivate e attacchi in movimento.
  • Luna Crescente
  • Paladino
  • Eclettismo
  • Corpo di Guardia del Sanctum: Outfit proveniente dal primo capitolo della saga. Si ottiene con il salvataggio di Final Fantasy XIII
  • Valkyrya: Outfit proveniente dal secondo capitolo della saga. Ottenibile con il salvataggio di Final Fantasy XIII-2.

 

ffxiii-060713-1

Il cast di personaggi non controllabili sarà molto vasto e comprenderà sia vecchie conoscenze sia nuovi arrivi, anche se non si sa ancora molto a riguardo di chi tra loro effettivamente sarà decisivo al livello della trama.

Ritroveremo Hope come aiutante, Snow, ancora devastato dal senso di colpa per non aver salvato Serah e con cui Lightning dovrà finalmente

LIGHTNING_RETURNS_FFXIII_Sept_13_A

confrontarsi, Fang, a capo di una banda di  nelle dune arse,  Vanille, tornata umana dalla sua forma di cristallo e segregata a Luxerion,  Sahz a bordo di un’ aeronave e perfino Caius, che a quanto pare non è del tutto morto e di cui non è stato precisato granché. Sarà infine presente, come già accennato, anche Noel. Convinto di essere la causa per la quale il Caos si è generato da Valhalla, è ora conosciuto come il “Cacciatore dell’ombra” e riterrà Lightning una minaccia cosi come la profezia che la nomina salvatrice del mondo.Sia Snow che Noel avranno un look decisamente più Dark, dato il loro ruolo di “antagonisti” all’interno di LR.

 

 

 

 

Aspettative

eafebf6e4a280c2c08c63c23fb5e8d0c Il 14 Febbraio non è cosi lontano e Lightning sta per entrare in scena per l’ultima, grandiosa volta. La carne al fuoco c’è e già più di un fan, che in passato non aveva condiviso alcune scelte fatte su primo e secondo episodio, sembra aver cambiato idea dopo aver visto quest’ultimo capitolo. In attesa dell’uscita del gioco non possiamo fare altro se non apprezzare quella che sembra essere una svolta azzeccata in termini di gameplay, perché agisce senza snaturare troppo la base di Final Fantasy XIII e anzi innovandola in qualcosa di più coinvolgente e dinamico, anche se distante dal concetto di JRPG.

Per quanto riguarda la trama, ci si prospetta una fine epica degna del nome di Final Fantasy che faccia ricordare a tutti la protagonista Lightning, di cui finalmente Square Enix sembra voler far emergere il lato umano.

Che dire, se siete fan e il vostro/la vostra partner non sa cosa regalarvi per San Valentino, NON fatevi regalare Lightning Returns, perché rischia di farvi stare dentro casa. Appuntamento a gioco uscito con una recensione che confermerà o meno la validità di questo terzo e ultimo episodio di Final Fantasy XIII.

Lighting-Returns-Final-Fantasy-XIII

Alessandro Manoni

Messo davanti ad un' amiga 500 all'età di 6 anni e innamoratosi della sua prima Playstation, ha sviluppato una grande passione per i videogiochi, specialmente JRPG. Aspirante ingegnere e chitarrista in una Rock-Band, aspetta con ansia l'uscita del nuovo Final Fantasy dedicato a Lightning.